Home / Attualità / 5 febbraio IKONODANCE e laboratorio danze popolari
tanztarantula

5 febbraio IKONODANCE e laboratorio danze popolari

Associazione Etnochoreia – TANZTARANTULA LABORATORIUM – a cura di Roberta Parravano – costo laboratorio 10 euro
TanzTarantula Laboratorium è un progetto ideato da Roberta Parravano che, attraverso l’esperienza nella danza, ha elaborato un proprio personale percorso laboratoriale nella sperimentazione del gesto. Vuol essere un’occasione, uno spazio dove ritrovare stimoli per attuare un processo di ricerca e riscoprire la dimensione primordiale del rapporto gesto-azione, attraverso gli elementi coreutici delle tarantelle e delle danze etniche. L’uso di simboli, i riferimenti all’iconografia della danza e alle arti figurative, la scelta accurata dei suoni associati alla sperimentazione del movimento, stimola la scoperta di sé e degli altri, dello spazio e del tempo, attraverso l’improvvisazione nella danza libera e non schematizzata. Sulla base dell’improvvisazione nasce la composizione coreografica, dove nulla è lasciato al caso, dove la tradizione rimane unico punto saldo di partenza per scoprire nuovi linguaggi espressivi. Attraverso il corpo esprimere i propri vissuti dove il gesto rimane al centro del tutto attraverso emozioni e sensazioni, nel pensiero costante che si possa ‘danzare’ qualunque cosa si senta.
Roberta Parravano ricercatrice, danzatrice e coreografa ha seguito gli studi danza contemporanea e base classica presso il Centro Studi Musical di Franco Miseria. Negli ultimi nove anni si è dedicata alla ricerca nella coreutica-musicale delle tradizioni popolari del Sud Italia. Formandosi attraverso stage con esperti nel campo e cibandosi delle esperienze attraverso le feste tradizionali in loco, ha acquisito la conoscenza di 14 stili differenti di balli, distinti per aree geografiche. Partecipa come performer a importanti festival del folk quali Roma Tarantella Festival, Musica nelle Aie, Euro Folk, La Notte della Tammorra, Carpino Folk Festival, Kaulonia Tarantella Festival, festival itinerante La Notte della Taranta, (apertura concertone a Melpignano con Petrameridie e Tony Esposito per La Notte della Taranta 2014). Negli ultimi quattro anni si dedica anche alla ricerca e allo studio delle arti performative indiane, in particolare della danza classica indiana Bharata Natyam.
15-feb_Ikonodance_ph-Archivio-Etnochoreia-642x336
domenica 15 febbraio ore 18 | danza
Associazione Culturale Etnochoreia
IKONODANCE
Danza per Rythmos e Schema
Tarante, Tarantelle e Sfumature d’Oriente
 
ideazione e coreografie Roberta Parravano
in collaborazione con Francesca Sahar e Veronica Melchiorre
danzatori Silvia Desiderio, Alfio Longo, Veronica Melchiorre, Roberta Parravano, Francesca Sahar
Lo sperimentarsi in nuovi movimenti danzanti prende come punto di partenza le codificazioni della danze tradizionali del bacino del Mediterraneo per poi arrivare in Oriente.
IkonoDance, nome che prende ispirazione da ‘Konya’ – ‘Iconium’, antica città turca, patria dei danzatori derwish. L’idea dello spettacolo è quella di creare il movimento partendo da un’icona, da un’immagine antica, renderla viva in scena, dare respiro al mondo antico che è arrivato a noi grazie alle colossali opere delle antiche civiltà. Il tutto attraverso una riunificazione di stili e generi che vanno da quelli dei paesi del Mediterraneo, in particolare le tarantelle del Sud Italia, fino ad arrivare in Oriente con la danza classica indiana e la danza del sud dell’India. La creazione del ‘rasa’ in scena, dove sia gli artisti che gli spettatori sono coinvolti in un racconto divino danzato, dove si riportano alla luce ritualità e magie del mondo antico nell’attualizzazione del mondo moderno.
Un viaggio iniziatico tra immagini, suoni, ritmi, colori, profumi
L’Associazione Culturale Etnochoreia promuove il progetto Danzare d’Amore Teatro Danza e Danze Etniche che può vantare la partecipazione numerosi festival e manifestazioni nazionali. Tra gli altri ricordiamo: apertura del concerto di Mimmo Epifani presso il Teatro Tor Bella Monaca a Roma (2011), la performance per la rassegna Passaggi al Museo Arti e Tradizioni Popolari di Roma (2011), la performance al Taranta Fest a Milo (2011) e al CalAfrika (2011), quella per il Cassino MultiEtnica al Teatro Romano di Cassino (2012) e la partecipazione al Meeting del Tamburello presso il Centro Culturale Elsa Morante (2012).
Biglietti
intero 10 euro
ridotto 7 euro
Biglietteria
da venerdì a domenica dalle 17 alle 20  e un’ora prima dell’inizio degli spettacoli
Info
info 060608 (9.00 alle 21.00)
tel. 06.5646962
TEATRO DEL LIDO
Via delle Sirene, 22 | 00121 Ostia (Roma)

Cerca anche

Premio Poesia Città di Fiumicino

Roma, 1° luglio 2016, Biblioteca Nazionale Centrale di Roma: presentazione finalisti Premio di Poesia Città di Fiumicino

Il prossimo 1° luglio 2016, dalle ore 16.30 alle ore 18.00, alla Biblioteca Nazionale Centrale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *