Home / Cronaca / 8 arresti per spaccio, rissa, evasione e lesioni
CONTROLLI-CARABINIERI

8 arresti per spaccio, rissa, evasione e lesioni

Durante l’operazione dei carabinieri di Ostia sono finite in manette 8 persone. I reati sono stati rissa aggravata, lesioni, evasione dai domiciliari e spaccio.

Si è appena conclusa un’operazione condotta dai carabinieri della Compagnia di Ostia sul territorio del Municipio XIII, nel corso della quale 8 persone, responsabili di altrettanti reati, sono finiti in manette. I primi sono stati tre cittadini romeni e un macedone, tutti di età compresa tra i 22 e i 49 anni, residenti in un condominio di via Lorenzo Nerucci ad Acilia. Ieri pomeriggio i 4 si sono incontrati sotto casa e, per cause non ancora accertate, hanno litigato colpendosi poi violentemente con calci, pugni e spranghe di ferro.

Provvidenziale è stata una telefonata al 112 fatta da un passante che ha informato i carabinieri di quanto stava accadendo. In pochi minuti sul posto è intervenuta una pattuglia della locale Stazione che ha bloccato e arrestato i 4 uomini. Tre di essi, successivamente trasportati all’ospedale Grassi di Ostia, sono stati sottoposti a cure mediche e riscontrati affetti da lesioni e contusioni varie, e se la caveranno con 30 giorni di riposo e cure mediche.
Questa mattina, nelle aule del Tribunale di Roma, i 4 uomini dovranno rispondere dell’accusa di rissa aggravata.

In via dei Pescatori a Ostia, ieri sera i carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato una donna romena di 37 anni, disoccupata e nota alle forze dell’ordine per via dei suoi trascorsi con la giustizia. A seguito di una lite scaturita da futili motivi, ha aggredito un amico polacco di 41 anni, colpendolo al capo con un martello e procurandogli un lieve trauma cranico. I carabinieri, chiamati da un passante che ha udito le urla, hanno arrestato la donna con l’accusa di lesioni personali aggravate.

Questa notte, a Vitinia, i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 50enne di origine campana, sorpreso in via Cascella, alla guida di una “Mitsubishi L200” che aveva appena rubato nella medesima strada dopo averne sostituito la centralina ed il blocco di accensione. L’auto è stata restituita al proprietario mentre l’uomo è stato arrestato con l’accusa di furto aggravato. In via Vincenzo Petra, i carabinieri della Stazione di Acilia hanno arrestato un pregiudicato 32enne argentino con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari.

L’uomo, che per reati in materia di stupefacenti, era agli arresti domiciliari, non è stato trovato in casa durante un controllo di routine fatto nella tarda serata di ieri dai militari dell’Arma. Appena è rincasato, qualche minuto dopo, l’uomo ha riferito di essere uscito a prendere una boccata d’aria, giustificazione che non è bastata ad evitare il suo arresto.

Infine, in via Paolo Orlando a Ostia, i militari hanno arrestato uno spacciatore di sostanze stupefacenti, 35enne egiziano, senza fissa dimora e noto alle forze dell’ordine. L’uomo è stato sorpreso mentre spacciava una dose di cocaina ad un tossicodipendente del luogo. Per lui sono scattate le manette con l’accusa di spaccio in flagranza di sostanze stupefacenti.

Fonte notizia Romatoday

Cerca anche

ciambelle

Ostia: intensificati i controlli contro il commercio abusivo sulle spiagge, sequestro di cornetti e ciambelle

Roma, 23 giugno 2016 – Sequestrati 6.000 oggetti tra occhiali da sole, bigiotteria, teli da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *