Home / News / Ad Ostia parte un nuovo corso per diventare sommelier
diventare sommelier

Ad Ostia parte un nuovo corso per diventare sommelier

C’è una nuova data per diventare Sommelier ad Ostia, ed è quella di lunedì 29 febbraio.

Infatti, dopo il grande successo del precedente corso con oltre quaranta iscritti, la FISAR Delegazione di Ostia Fiumicino ha deciso di organizzare un nuovo percorso, di primo livello, per diventare dei sommelier professionisti. Il corso si terrà presso la sala congressi dell’Hotel Aran Blu***sito ad Ostia, Lungomare Duca degli Abruzzi nr 72, di fronte il porto.
Dodici lezioni, con cadenza settimanale, articoleranno il percorso: La Figura del Sommelier, Fisiologia dei sensi, Analisi Sensoriale, Viticoltura, Vinificazione, Spumantizzazione, Vini speciali, Compendio ai vini speciali, Legislazione Vitivinicola, I Distillati e La Birra e le altre bevande. I docenti assegnati alle lezioni sono tutti iscritti all’Albo Nazionale della Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori.
Il costo del corso del primo livello è di 350€, comprensivo sia del materiale didattico che dei vini in degustazione durante il ciclo di lezioni.
Un’occasione interessante per tutti gli appassionati di vino, per imparare a degustare, conoscere la bevanda di Bacco.
Per informazioni: fiumicino-ostia@fisar.com – 347/60.49.323 – http://fisar-ostiafiumicino.it.

La F.I.S.A.R. – Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori FISAR nasce a Pisa nel 1972. L’Associazione non ha fini di lucro ed il suo scopo principale è quello di diffondere e valorizzare la cultura enologica attraverso la promozione di attività di qualificazione professionale della figura del Sommelier. Essa ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica con D.P. di Pisa n. 1070/01 Sett. I del 9 maggio 2001.

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *