Home / Roma News / Agosto, Roma diventa cantiere
Manutenzione_Strade

Agosto, Roma diventa cantiere

Per tutto il mese di agosto molte strade della capitale si trasformeranno in un cantiere a cielo aperto nell’ambito di un corposo piano di manutenzione straordinaria varato dal Campidoglio.

Il programma dei lavori, finanziato dal Comune di Roma con un investimento di 68 milioni di euro, prevede interventi su 186 strade, 50 di grande viabilità, 134 di viabilità municipale e 2 di Eur spa, per un totale di 1 milione di metri quadri.

Per il sindaco di Roma Gianni Alemanno “cambia la filosofia rispetto all’appaltone Romeo che concentrava gli interventi mentre noi differenziamo sul territorio”. La Global Service, azienda dell’imprenditore napoletano Alfredo Romeo, gestiva la manutenzione stradale a Roma fino a prima della giunta Alemanno ed è stata al centro di un’inchiesta della Procura di Napoli sugli appalti: a marzo la sentenza di primo grado con la condanna di Romeo. Rispetto all’unico appalto affidato alla Romeo Spa, che portava alla coincidenza tra controllore e controllato, adesso si tende a mettere in campo bandi a evidenza pubblica che siano il più trasparenti possibile e affidati ad aziende diverse.

A parte la manutenzione straordinaria che parte oggi e per la quale verranno utilizzati 50 milioni di euro del nuovo bilancio capitolino, in questi giorni sono stati aggiudicati gli otto lotti per la manutenzione ordinaria delle strade romane con interventi che vanno anche a toccare la sorveglianza e il pronto intervento. Il sindaco ha sottolineato anche che “sono stati ottenuti dei ribassi d’asta ma all’interno di termini ragionevoli e quindi con i risparmi ottenuti si potranno fare ulteriori lavori”.

Per l’avvio di questo piano straordinario di manutenzione stradale il sindaco Gianni Alemanno, accompagnato dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera e dal comandante della Polizia Municipale Angelo Giuliani, ha visionato il cantiere di viale Pietro De Coubertin, accanto al palazzetto dello Sport. La zona attorno all’Auditorium Parco della Musica è una delle prime ad essere interessate dai lavori, in modo da poter disporre di un manto stradale rinnovato per settembre, quando nell’area verranno in visita i rappresentanti del Cio nell’ambito delle celebrazioni per i cinquanta anni delle Olimpiadi di Roma ’60.

“Questo è il momento giusto per fare la manutenzione stradale, farla adesso vale 10 volte che in inverno o in altre stagioni. In tutta Roma si stanno aprendo contemporaneamente dei cantieri che coinvolgono 40 imprese del territorio – ha spiegato Alemanno – In tutto il mese di agosto Roma sarà un grande cantiere – ha proseguito – per dare a settembre ai cittadini strade degne di questo nome. Questo intervento ha una filosofia completamente diversa rispetto a quella dell’appaltone, con questi 40 lotti abbiamo coinvolto un numero di imprese ampio per non essere attaccabili sul piano della trasparenza rispetto ad una procedura d’urgenza. Crediamo – ha concluso Alemanno – di aver fatto un’operazione nella massima trasparenza, dobbiamo ringraziare l’Acer che ci ha aiutato ad allestire una procedura di selezione adeguata”.

Il sistema dei controlli sulla rete stradale sarà svolto dagli uffici tecnici del Dipartimento Lavori pubblici, la Polizia Municipale svolgerà un’azione di supporto nella segnalazione del deterioramento della rete stradale. “Per dare all’operazione la massima trasparenza, alle gare, indette con ordinanza del sindaco in qualità di commissario all’emergenza traffico – ha spiegato l’assessore comunale ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera – sono state invitate tutte le 400 imprese in possesso dei requisiti richiesti. Altre 200 imprese sono state sorteggiate sul sito dell’Autorità vigilanza contrati pubblici”. Al termine della sua visita al cantiere Alemanno ha voluto sperimentare in prima persona i mezzi all’opera mettendosi per qualche minuto alla guida di un mezzo per raschiare il manto stradale.

Tra le strade più importanti che saranno interessate dal piano di manutenzione straordinaria, ci sono anche viale Trastevere, via Merulana, via Giolitti, parte di via Flaminia, viale Regina Margherita, via della Lega Lombarda, viale Parioli, tratti di via Salaria, via della Bufalotta, via delle Vigne nuove, via Castel Giubileo, via Monti Tiburtini, tratti di via Tiburtina, parti di via Casilina, diversi tratti di via di Tor Bella Monica, via dei Platani, via delle Palme, via dei Glicini e via Prenestina.

Ed ancora: via Dulio Cambellotti, via di Tor Vergata, via di Giardinetti, circonvallazione Appia, via Botero, piazza Alberone, via Colli Albani, via Taranto, via Publio Elio, tratti di via Ardeatina, via di Vigna Murata, piazzale  Nervi, tratti della Colombo e della Laurentina, via dell’Umanesimo, il lungomare Toscanelli, piazza Bettica, lungotevere degli Inventori, via Magliana, via del Trullo, via della Muratella, via di Villa Bonelli, circonvallazione Gianicolense, piazza Nievo, via Ettore Rolli, lungotevere degli Artigiani, tratti di viale Trastevere, via Igea, viale dello Stadio olimpico, viale dei Gladiatori, via della Camilluccia, via Boccea, via delle Fornaci, via Innocenzo III, piazza Giovenale, parti di via Trionfale, via Torrevecchia, via Marziale, piazza della Balduina, corso Francia, tratti di via Cassia e via di Villa Severini.

Ad autunno, con i 18 milioni previsti dal piano investimenti, cantieri aperti a via del Corso, tratti di via Nomentana, Prenestina, via Petroselli e strade limitrofe, corso Rinascimento, via Ugo Ojetti e lungotevere Dante.

Fonte notizia Teleromaweb

Cerca anche

raccolta_firme

Legittima difesa: Idv, superate 300mila firme per proposta legge

“Dal Veneto alla Calabria, dalla Val D’Aosta alla Sicilia: la proposta di legge popolare dell’Italia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *