Home / News / Aiutiamo la popolazione del Giappone
Come già sapete l’11 marzo in Giappone c’è stato un forte terremoto seguito da uno Tsunami che ha colpito tantissime persone nella regione di Tohoku (nord del Giappone). Inoltre, i problemi causati dalla centrale nucleare di Fukushima, si stanno ripercuotendo fino a Tokyo, dove l’acqua è contaminata dalle radiazioni e il cibo scarseggia nei supermercati.La corrente elettrica è ancora razionata, molti uffici e molte fabbriche stanno chiudendo.

Aiutiamo la popolazione del Giappone

OstiaNews si rende promotrice di un’iniziativa a scopo umanitario per il dopo Terremoto.

Come già sapete l’11 marzo in Giappone c’è stato un forte terremoto seguito da uno Tsunami che ha colpito tantissime persone nella regione di Tohoku (nord del Giappone). Inoltre, i problemi causati dalla centrale nucleare di Fukushima, si stanno ripercuotendo fino a Tokyo, dove l’acqua è contaminata dalle radiazioni e il cibo scarseggia nei supermercati.La corrente elettrica è ancora razionata, molti uffici e molte fabbriche stanno chiudendo.

Per aiutare il popolo giapponese a tamponare questa grave situazione, le coppie italo-giapponesi che vivono a Ostia stanno organizzando un concerto di solidareta’ e un mercatino giapponese.

Vi aspettiamo numerosi SABATO 2 APRILE dalle ore 16 presso la parrocchia di Santa Monica dove si terrà, appunto,  un mini concerto interpretato da bambini e interpreti Giapponesi.

Sarà allestito, come già detto, un piccolo mercatino con oggetti della tradizione Giapponese e cibi Giapponesi fatti a mano.

Ogni atto di solidarietà fatto con il cuore ci apre le porte verso nuovi orizzonti.

Per ulteriori informazioni Atsuko Fukuda – 3467748250

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *