Home / Ambiente / Al via i lavori in viale del Lido di Castelporziano
Lavori_in_corso

Al via i lavori in viale del Lido di Castelporziano

Gli interventi si concluderanno in tempo utile per lo svolgimento della Maratona di Ostia.

Stanziati 750 mila euro per il lavori di manutenzione stradale in viale del Lido di Castelporziano. Gli interventi, che saranno realizzati grazie alla sinergia tra l’amministrazione municipale e quella centrale, partiranno a breve e permetteranno la sistemazione dell’arteria anche in vista della Maratona di Ostia in programma per il prossimo 27 febbraio. Dureranno 10 giorni circa. “Si tratta di un’opera indispensabile per la fluidificazione del traffico locale”, ha dichiarato Giacomo Vizzani, presidente del municipio XIII. “I lavori si concluderanno in tempo utile per consentire lo svolgimento delle prossime manifestazioni sportive”, ha aggiunto il presidente Vizzani. L’intervento è il risultato dell’attivazione con il Dipartimento preposto per arrivare ad una soluzione del problema. Nei giorni scorsi, proprio a causa della chiusura parziale dell’arteria, disposta per motivi di sicurezza lo scorso dicembre, erano circolate voci su un possibile mancato svolgimento dell’ormai classica competizione internazionale, giunta quest’anno alla XXXVII edizione. Ma adesso, grazie ai lavori di sistemazione del manto, la maratona potrà aver luogo con le necessarie deviazioni del traffico veicolare, che altrimenti sarebbero state impossibili. Lo scorso anno la competizione ha visto la partecipazione di oltre  10 mila iscritti. Gli atleti,  indossando le tradizionali pettorine, si sono sfidati lungo i 21 km di percorso sulla via Cristoforo Colombo prima dell’arrivo al Pontile di Ostia. Anche quest’anno la gara dovrebbe partire dal Palalottomatica per giungere, dopo quasi 18 km, sulla neoconsolare e sul lungomare, per tre volte. La conclusione al Pontile.

Fonte notizie il Faro

Cerca anche

20150316_172824

Marsella (Casapound), giro con i residenti a Dragona tra degrado e insediamenti Rom

“Ieri pomeriggio, accompagnati da alcuni residenti, siamo stati a Dragona per documentare la presenza di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *