Home / Ambiente / Alberi di Natale: fino al 25 gennaio l’Ama li raccoglie gratis
albero-di-natale

Alberi di Natale: fino al 25 gennaio l’Ama li raccoglie gratis

Gli abeti potranno essere consegnati presso gli 11 centri di racconta. L’Ama provvederà poi a ripiantarli. Domenica 9 dicembre a piazzale Clodio verrà allestita una postazione straordinaria.

Torna il tradizionale appuntamento con la raccolta straordinaria gratuita degli alberi di Natale. Fino a sabato 15 gennaio i cittadini potranno consegnare gli abeti presso gli 11 Centri di raccolta Ama presenti nella Capitale.
In questo modo chi vorrà potrà fare un regalo all’ambiente, restituendo l’albero alla natura. Ama infatti provvederà insieme al Corpo Forestale dello Stato a  verificare se vi siano alberi in condizioni tali da essere trasportati e ripiantati presso la sede del Cfs di Arcinazzo Romano.
Gli alberi restanti saranno condotti all’impianto Ama di Maccarese per essere trasformati in compost, un fertilizzante naturale di alta qualità con cui si possono concimare piante in vaso o da giardino.

L’iniziativa, giunta al settimo anno di vita, è promossa in collaborazione con l’assessorato alle Politiche Ambientali del Verde Urbano del Comune di Roma, il Corpo Forestale dello Stato e il Tgr Lazio.

Domenica 9 gennaio. I cittadini potranno consegnare gli abeti di Natale anche presso una postazione straordinaria allestita da Ama a piazzale Clodio – parcheggio largo Livatino (municipio XVII), dalle ore 8 alle ore 13.

Ama ricorda infine che anche gli alberi di Natale artificiali non devono essere gettati nei cassonetti stradali ma vanno conferiti presso i Centri di raccolta aziendali o utilizzando le 186 postazioni mobili per i rifiuti ingombranti dislocate in tutti i municipi della città.

fonte notizia Comune Roma

Cerca anche

bambino_corridoi_umanitari

Profughi, arrivati altri 81 con i ‘corridoi umanitari’ – L’appello di Impagliazzo (Sant’Egidio): ‘Altri Paesi europei adottino questo modello di sicurezza e integrazione’

Profughi, arrivati altri 81 con i “corridoi umanitari” Questa mattina a Fiumicino grazie al progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *