Home / Ambiente / Ambiente, mille firme per salvare i pini di Ostia
salviamoilpaesaggio_logo-290x290

Ambiente, mille firme per salvare i pini di Ostia

Nasce il comitato Sentinelle degli alberi Roma-Lido contro l’abbattimento di centinaia di piante.

In pochissimi giorni sono già stati oltre un migliaio i cittadini che hanno aderito alla petizione lanciata dal comitato Sentinelle degli alberi Roma-Lido che si è costituito il 2 marzo scorso per tutelare gli alberi che costeggiano il tracciato ferroviario della Roma-Lido. Il nuovo comitato – spontaneo, apolitico e apartitico – ha come scopo principale quello salvaguardare il patrimonio ambientale del municipio XIII, con particolare attenzione alle centinaia di pini secolari che si trovano ai lati della tratta tra le stazioni di Castelfusano e Lido nord.
Secondo i progetti dell’Atac e del Comune di Roma sarebbe infatti previsto l’abbattimento di decine di alberature per consentire la realizzazione delle barriere fonoassorbenti nei tratti cittadini della ferrovia. Il comitato, pur dichiarando di non essere contrario al progetto dei pannelli anti-rumore in quanto garantirebbero una migliore qualità della vita dei residenti, esprime preoccupazione per il tipo di struttura che sarà costruita. Secondo i progetti esposti dalle istituzioni, la barriera sarà realizzata ad un costo di 6  milioni di euro, risultando troppo onerosa sia dal punto di vista ambientale sia del decoro urbano.
Lungo tutto il tratto ferroviario sarebbero infatti previste delle gettate di cemento armato per sorreggere mega-pannelli in plexiglass, non strutture leggere come quelle già posizionate all’altezza del Centro paraplegici di Ostia. Il timore dei cittadini è anche quello che, nel giro di pochissimo tempo, le barriere possano essere prese d’assalto da vandali e writer, che deturperebbero per sempre l’immagine armoniosa di una zona caratterizzata dal verde. I cittadini che hanno aderito al comitato sottolineano l’importanza fondamentale dei pini sia dal punto di vista ambientale-ecologico sia climatico, ricordando tra l’altro anche le loro funzioni fonoassorbenti e di consolidamento del terreno.
Il comitato Sentinelle degli alberi Roma-Lido, di cui è presidente Roberto Costantini, chiede al municipio XIII, al Comune di Roma e all’Atac di conoscere i dettagli del progetto, incluso il numero degli alberi che secondo gli interventi previsti dovrebbero essere tagliati. Il comitato chiede inoltre di prendere in considerazione un progetto di barriere fonoassorbenti realmente eco-sostenibile, alternativo a quello ritenuto troppo invasivo per Ostia. E’ così partita la petizione per salvare gli alberi di Ostia Levante.
In programma diverse iniziative alle stazioni di Lido centro e Stella  polare. Questa mattina le “sentinelle” hanno effettuato una serie di volantinaggi per informare i cittadini su quello che sarebbe un vero e proprio scempio.  Inoltre, il comitato effettuerà in settimana la “cerimonia di adozione dell’albero”: ogni “sentinella” giurerà di difendere il suo albero con ogni mezzo possibile, compresa l’incatenamento alla pianta. Intanto, gli alberi a rischio sono stati contrassegnati con una “T”. Il drammatico significato? “Da tagliare”.

Fonte notizia Il Faro

Cerca anche

20150316_172824

Marsella (Casapound), giro con i residenti a Dragona tra degrado e insediamenti Rom

“Ieri pomeriggio, accompagnati da alcuni residenti, siamo stati a Dragona per documentare la presenza di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *