Home / Attualità / Assicurazioni sulla vita: tutto quello che c’è da sapere sulle detrazioni
Assicurazioni sulla vita

Assicurazioni sulla vita: tutto quello che c’è da sapere sulle detrazioni

Con i tempi che corrono contrarre un’assicurazione sulla vita potrebbe essere una buona soluzione per garantirsi un futuro meno incerto, un modo per vivere la quotidianità personale e familiare con maggiore tranquillità. In linea generale stiamo parlando di uno strumento importante per fronteggiare adeguatamente i problemi che solitamente nascono con la morte di un familiare, specie quando si tratta di una persona cara che concorreva in maniera determinante alla solidità economica della famiglia, o un mezzo valido per garantirsi una pensione integrativa. Tra le polizze vita più comuni sono sicuramente da annoverare: l’assicurazione vita “Caso Morte”, l’assicurazione vita “Caso Vita” e la polizza “Mista”.

Oggi il mercato italiano offre tante possibilità con servizi e prodotti adatti ad ogni tipo di esigenza personale e familiare, mentre la forte concorrenza tra le varie compagnie favorisce un notevole risparmio sui costi delle polizze. Inoltre, un altro buon motivo per sottoscrivere una polizza di assicurazione sulla vita arriva dall’incentivo previsto dal governo sotto forma di detrazione fiscale. Tutti coloro che hanno stipulato un’assicurazione sulla vita, per l’anno 2015 hanno diritto a una detrazione pari al 19% della somma versata in premi assicurativi. Il tetto massimo per il 2015, previsto dalla Legge di Stabilità 2014, è di 530 euro. In linea generale la detrazione fiscale viene riconosciuta quando le spese sono sostenute dal dichiarante per un proprio interesse, anche se c’è la possibilità di ottenere il beneficio anche per i premi versati nell’interesse dei familiari a carico, sempre tenendo conto del tetto massimo.

In ogni caso è bene precisare che l’agevolazione in questione sarà riconosciuta esclusivamente a determinate condizioni. Per ciò che concerne la detraibilità fiscale va fatta una precisa distinzione tra le polizze stipulate prima dell’anno 2001 e quelle siglate in una data successiva. Chi ha contratto un’assicurazione sulla vita prima del 2001, ha diritto ad usufruire della detrazione dei premi pagati nel caso di contratti di durata minima di almeno 5 anni e senza possibilità di concessione di finanziamenti nei primi 5 anni. Alla luce di queste necessarie condizioni per accedere alla detrazione, appare chiaro che occorre conoscere molto bene le clausole del contratto che si va a siglare o rivolgersi alla compagnia assicurativa per farsi rilasciare un’apposita dichiarazione. Per le polizze siglate dopo il 2001, invece, è possibile accedere alle detrazioni nei casi di contratti che includono i rischi di invalidità permanente non inferiore al 5%, di mancata autosufficienza nell’esercizio delle funzioni fisiologiche (corretta igiene personale e assunzione di alimenti, deambulazione, etc.) e di morte.

In un’ultima analisi è bene sapere che è possibile portare in detrazione pure i contributi previdenziali volontari saldati con contratti siglati in data antecedente al 31 dicembre 2000, con enti che versano su piano collettivo rendite o pensioni. Questi contributi concorrono a comporre l’importo massimo da detrarre. Invece, per le polizze assicurative stipulate dopo il 1° gennaio 2001, si ha la possibilità di detrarre i contributi dal reddito complessivo. Infine, quando i contributi vengono versati per riscattare un corso di laurea di un familiare fiscalmente a carico del titolare dell’assicurazione, si ha diritto ad una detrazione pari al 19%. Comunque, resta inteso, che prima di mettere nero su bianco sul contratto assicurativo da siglare è buona abitudine conoscere dettagliatamente tutte le condizioni previste per non incorrere in spiacevoli e dannosi imprevisti. Un’operazione oggi abbastanza semplice e veloce attraverso il web perché, ormai, tutte le migliori compagnie assicurative sfruttano i canali online per proporre i loro prodotti e i loro servizi. Poi, con l’aiuto dei comparatori online, strumenti validi e facili da usare, si possono confrontare contemporaneamente varie offerte e scegliere così il preventivo meno costoso e più adatto alle proprie esigenze. Il web, inoltre, è anche un mezzo che consente alle compagnie di risparmiare alcuni costi di gestione e per questo utile ai consumatori per risparmiare ulteriormente sui premi previsti dalle polizze vita.

Fonte: http://www.assicurazionivita.net/

Cerca anche

Premio Poesia Città di Fiumicino

Roma, 1° luglio 2016, Biblioteca Nazionale Centrale di Roma: presentazione finalisti Premio di Poesia Città di Fiumicino

Il prossimo 1° luglio 2016, dalle ore 16.30 alle ore 18.00, alla Biblioteca Nazionale Centrale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *