Home / Attualità / Autismo: Regione Lazio finanzia progetto ASL Roma D per assistenza 30 bambini Ostia

Autismo: Regione Lazio finanzia progetto ASL Roma D per assistenza 30 bambini Ostia

Via libera dalla Regione Lazio al progetto di assistenza sull’autismo presentato dalla Asl Rm D. Con la delibera di giunta regionale 634/2010 e la successiva determinazione n. 6742/2010 sul fondo per l’integrazione socio-sanitaria, i 30 bambini autistici di Ostia già inseriti nel percorso di assistenza avranno continuità di cura e saranno seguiti direttamente dall’azienda sanitaria grazie al finanziamento regionale di 360 mila euro per l’anno 2011. “Questo risultato è la risposta più concreta che l’amministrazione regionale potesse dare – ha detto Maurizio Perazzolo, presidente della commissione Politiche sociali della Regione Lazio – per continuare a garantire assistenza ai ragazzi e alle loro famiglie e che permetterà alla Asl Rm D di prendere in carico, in maniera diretta, la gestione delle cure e dei percorsi di sostegno”. È stato il consigliere regionale Maurizio Perazzolo a seguire personalmente l’iter amministrativo che ha portato all’approvazione di questo progetto: “Questa soluzione – ha spiegato lo stesso Perazzolo – offre maggiori garanzie agli utenti sulla qualità e sull’efficacia dei servizi erogati. Dispiace invece che sui malati sia stata alimentata nelle settimane scorse una polemica sterile e strumentale, finalizzata probabilmente a difendere posizioni che poco o nulla hanno a che fare con la salute e con l’assistenza. Grazie alla grande disponibilità e alla sensibilità dimostrata dalla presidente della Regione Lazio, Renata Polverini – ha concluso il consigliere Perazzolo – abbiamo dimostrato una volta di più che noi siamo abituati a parlare con i fatti”.

Fonte notizia Agenzia Parlamentare

Cerca anche

GO WITH ME, il thriller con il premio Oscar® Anthony Hopkins dal 13 ottobre al cinema

IL GRANDE ANTHONY HOPKINS A CACCIA DI GIUSTIZIA CONTRO RAY LIOTTA, NELL’ULTIMO THRILLER FIRMATO DANIEL …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *