Home / Ambiente / Blocco Studentesco promuove l’energia alternativa nelle scuole
Sono iniziati questa mattina i volantinaggi del Blocco studentesco a sostegno del 'progetto Fratello Sole', proposta che il movimento sta portando avanti da qualche anno in tutta Italia. Gli studenti hanno distribuito materiale informativo all'orario d'ingresso delle prioncipali scuole del territorio, dagli istituti tecnici Faraday, Toscanelli e Carlo Urbani, al liceo Labriola.

Blocco Studentesco promuove l’energia alternativa nelle scuole

Sono iniziati questa mattina i volantinaggi del Blocco studentesco a sostegno del ‘progetto Fratello Sole’, proposta che il movimento sta portando avanti da qualche anno in tutta Italia. Gli studenti hanno distribuito materiale informativo all’orario d’ingresso delle prioncipali scuole del territorio, dagli istituti tecnici Faraday, Toscanelli e Carlo Urbani, al liceo Labriola. “Le iniziative sul ‘progetto Fratello Sole’ – ha spiegato Massimo Salvati, portavoce del Blocco studentesco a Ostia – continueranno nei prossimi giorni ed interesseranno tutti gli istituti. Esiste la possibilità di ottenere un finanziamento per installare pannelli fotovoltaici, così da rendere la struttura che intende installarli, autosufficiente dal punto di vista energetico in pochi anni”.

“Le scuole, così come altri enti statali – ha continuato Salvati – hanno oltre al normale finanziamento un incentivo del 5%in più. In termini pratici, la nostra proposta funziona così: una scuola chiede un finanziamento che servirà a coprire il costo di montaggio dei pannelli sulla scuola (circa 60’000 €), costo che sarà ammortizzato in circa 8-9 anni grazie all’energia prodotta dalla scuola. Al termine di questi 8-9 anni la scuola oltre a non dover spendere nulla sarà in grado di vendere l’energia in eccedenza, e i soldi ricavati saranno utilizzabili dalla scuola. Oltre al risparmio energetico si riducono notevolmente le conseguenze negative per l’ambiente. In questo periodo in cui molto si parla di energia, la nostra è un’idea concreta ed il nostro territorio ha la possibilità di essere esempio per tutto il Paese”.

Fonte notizia RomaToday

Cerca anche

20150316_172824

Marsella (Casapound), giro con i residenti a Dragona tra degrado e insediamenti Rom

“Ieri pomeriggio, accompagnati da alcuni residenti, siamo stati a Dragona per documentare la presenza di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *