Home / Roma News / Casal dè Pazzi, commerciante Cingalese preso a bastonate
www.ostianews.it

Casal dè Pazzi, commerciante Cingalese preso a bastonate

Arrestati tre romeni sorpresi mentre si azzuffavano per la spartizione del bottino. La vittima è un cittadino cingalese di 32 anni. L’uomo è stato trasportato all’ospedale Pertini dopo l’aggressione.

Paura ieri sera per un commerciante cingalese e sua figlia di 3 anni. Intorno alle 21 in cinque sono entrati nel negozio di alimentari dell’uomo in via Casal dè Pazzi e dopo aver preso a bastonate il 32enne del Bangladesh, si sono impossessati dei soldi contenuti nella cassa, circa 400 euro. Uno dei colpi ha raggiunto, anche se solo di striscio, anche la figlia del commerciante di soli tre anni che era nel negozio insieme al papà al momento dell’irruzione dei malviventi.

Dopo il raid, la vittima ha chiesto aiuto al 112 e i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che, raccolta la descrizione degli aggressori, si sono messi sulle loro tracce. Tre dei componenti del gruppo di rapinatori, tutti cittadini romeni di età compresa tra i 23 ed i 38 anni che vivono a Mentana, fuori Roma, sono stati rintracciati mentre si stavano azzuffando tra loro con calci, pugni e cocci di bottiglia per la spartizione del bottino. Arrestati con l’accusa di rapina e rissa, i romeni sono stati portati al carcere di Regina Coeli. Ricercati gli altri due.

Per il cittadino del Bangladesh è stato necessario il trasporto all’ospedale Sandro Pertini, dove è stato trattenuto in osservazione dopo che i sanitari gli hanno diagnosticato un ematoma alla testa. La figlia, invece, ha riportato delle lievissime contusioni al braccio destro.

Fonte notizia Teleromaweb

Cerca anche

bambino_corridoi_umanitari

Profughi, arrivati altri 81 con i ‘corridoi umanitari’ – L’appello di Impagliazzo (Sant’Egidio): ‘Altri Paesi europei adottino questo modello di sicurezza e integrazione’

Profughi, arrivati altri 81 con i “corridoi umanitari” Questa mattina a Fiumicino grazie al progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *