Home / Cronaca / Casapound; no a nuovi immigrati, situazione di Ostia già insostenibile
basta immigrazione

Casapound; no a nuovi immigrati, situazione di Ostia già insostenibile

Marsella: rischioso spostare qui rifugiati, no al centro Caritas nella scuola Do.Re.Mi.Diverto.

“Apprendiamo con stupore e preoccupazione che nel piano di accoglienza e di distribuzione dei rifugiati della Capitale, ci sia probabilmente l’intenzione di spostare nuovi immigrati ad Ostia e nel X Municipio”. Lo ha dichiarato in una nota Luca Marsella, responsabile di CasaPound Italia litorale romano commentando le notizie di questi giorni. “Se quanto trapela dallo studio del Dipartimento Servizi Sociali del Comune di Roma fosse vero – ha continuato Marsella –  Ostia ed Infernetto sarebbero tra i quartieri pronti ad accogliere nei prossimi giorni parte degli immigrati che affollano i centri di accoglienza di Roma. Una scelta devastante per un territorio dove l’immigrazione è già emergenza sociale tra insediamenti abusivi disseminati da Ostia a tutto l’entroterra, mercatini rom abusivi che vengono tollerati e aumentano di giorno in giorno gettando nel degrado interi quartieri, zone limitrofe alle stazioni prese in ostaggio da stranieri con relativi problemi di sicurezza. In un municipio dove mancano le scuole e le famiglie italiane non possono mandare i propri figli all’asilo e dove non si riesce ad intervenire sul problema degli allagamenti, ancora una volta si preferisce favorire l’nteresse di chi specula e guadagna sull’immigrazione, rischiando di gettare nel caos interi quartieri. Diciamo no a questa scelta scellerata e ci auguriamo che siano trovate altre soluzioni perché non è spostando il problema da un quartiere all’altro che questo sarà risolto. Diciamo no e siamo preoccupati, inoltre, dell’intenzione dell’amministrazione del X Municipio di trasformare l’ex scuola Do.Re.Mi.Diverto di Ostia ponente, che doveva essere ricostruita e per la quale erano stati stanziati due milioni e mezzo di euro scomparsi nel nulla, in un centro di accoglienza della Caritas dove saranno sistemati nuovi immigrati. Da qui, dall’ennesima scuola chiusa – ha concluso Marsella – partirà una dura battaglia degli italiani, ancora una volta lasciati soli, che vedrà CasaPound in prima linea”.
————————-
Luca Marsella
tel. 3479580248



Cerca anche

crollo cabine Nuova Pineta

Ostia, allarme erosione dell’arenile: crollo cabine in seguito a mareggiata

Maltempo, onde e vento forte. Disagi non solo in città, con alberi caduti e difficoltà …

2 Commenti

  1. Carla Brandinelli

    Una volta stavo uscendo dall’Oviesse di Ostia Lido quando arrivano 3-4 tipi di Casapound a fare volantinaggio: nel giro di 5 minuti sono scappati tutti i vari simil-ambulanti, abusivi etc..che di solito bivaccano in quella zona. Meglio dei vigili !!!!!

  2. Gli stranieri ad ostia potrebbero soltanto alzare il livello visto che tra fascisti e mafiosi di italiani decenti ne sono rimasti pochi.. .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *