Home / News / CBM Italia Onlus, un impegno concreto per la prevenzione e la cura delle disabilità nei Paesi poveri
cbm 4

CBM Italia Onlus, un impegno concreto per la prevenzione e la cura delle disabilità nei Paesi poveri

CBM Italia Onlus è un’Organizzazione Non Governativa (ONG) parte di CBM International, cioè la nota organizzazione internazionale senza scopo di lucro fondata nel 1908 dal pastore protestante Ernst J.Christoffel con la finalità di attuare programmi e progetti di prevenzione e cura della cecità e di altre forme di disabilità fisica e mentale nei Paesi più poveri.

Nello specifico, l’ente si occupa di sostenere progetti e interventi di tipo medico-sanitario, riabilitativo ed educativo, per consentire alle persone con disabilità di sviluppare le proprie capacità e vivere la vita al meglio delle loro possibilità. Esso opera attraverso 10 sedi nazionali in Australia, Canada, Germania, Kenya, Irlanda, Italia, Nuova Zelanda, Svizzera, Inghilterra e Stati Uniti, e 12 uffici regionali nei paesi in via di sviluppo.

Poiché da ricerche effettuate lo scorso anno sull’advocacy nel nostro paese è emerso che gli Italiani annoverano cause come quelle perseguite da CBM meritevoli di essere sostenute (le categorie vulnerabili come bambini, donne, anziani o persone con disabilità sono state da essi collocate al primo posto di una personale lista di priorità sociali), ma che al tempo stesso esiste il timore che si faccia cattivo uso dei fondi raccolti attraverso le donazioni, probabilmente sarebbe utile che chi ha già avuto a che fare con enti benefici, e possa vantare risultati positivi in tal senso, si adoperi per diffondere quanto più possibile la propria esperienza, così da infondere fiducia in coloro che vorrebbero aderire a simili iniziative ma sono frenati dal dubbio che i loro soldi possano essere dirottati verso altre destinazioni.

Per approfondimenti potrete scaricare i risultati della ricerca sull’advocacy a questo link

Un esempio rimarchevole dei tanti progetti portati avanti in Italia è quello che ha visto protagoniste le scuole primarie di alcune città dello stivale (Milano, Monza, Varese, Treviso, Verona, Pordenone, Udine, Bologna, Ferrara, Ancona, Roma, Napoli, Salerno, Bari e Lecce) durante l’anno scolastico in corso (2015/2016), essendo CBM convinta della naturale abilità dei bambini di sperimentare con giochi ed esercizi l’importanza di grandi valori come l’inclusione e la solidarietà, da mettere in pratica nella vita di tutti i giorni. Lo scopo del programma è quello di manifestare le difficoltà di accesso alle cure oftalmiche nei Paesi più poveri, e di sottolineare l’importanza della prevenzione e della cura delle malattie visive.

È possibile sostenere il lavoro di medici e operatori CBM attraverso donazioni, la formulazione di nuove proposte, la partecipazione attiva in qualità di volontari, o infine con un lascito testamentario, cioè l’inserimento – nel proprio testamento –  di una o più associazioni, enti, organizzazioni benefiche e umanitarie come CBM Italia Onlus.

CBM_infografica (6)


Cerca anche

Ostia: CasaPound contesta Virginia Raggi, sindaco usa entrata secondaria

Roma, 21 Ottobre 2016 – “Raggi sindaca degli sfratti agli italiani”, questo il testo dello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *