Home / Cronaca / Comunità Foce del Tevere: “ancora senza casa le famiglie allontanate dall’Idroscalo”
idroscalo

Comunità Foce del Tevere: “ancora senza casa le famiglie allontanate dall’Idroscalo”

Ghetti per i Rom e residence-prigioni per gli Italiani. Queste le scelte fatte dalle nuove giunte comunali e municipali?”, si domanda la Comunità Foce del Tevere.

idroscaloSono passati ormai tre anni e mezzo. Gli ‘sfollati’ dell’Idroscalo di Ostia vivono ormai in un residence dopo essersi visti demolire la loro casa di proprietà.

Il problema lo evidenzia la Comunità Foce del Tevere: “E’ di questi giorni, a firma del direttore Bianchini, una circolare esposta in tutti i residence di Roma in cui testualmente risulta scritto: ‘Tutti gli allontanamenti dalle strutture superiori a 3 giorni necessitano l’autorizzazione del Dipartimento Politiche Abitative. Si invita pertanto a presentare in anticipo regolare richiesta allo scrivente Dipartimento, indicando il periodo di assenza. Tale istanza verrà valutata e, a secondo del caso, autorizzata o rigettata’. Un modo elegante per ricordare come il Comune di Roma ‘ospita’ chi è in uno stato di difficoltà economico-sociale”.

Le famiglie dell’Idroscalo di Ostia, dal 23 febbraio 2010 vivono nei residence, dopo aver subito l’abbattimento delle loro case. “Vivono dimenticate”, denunciano dalla Comunità e fuori addirittura dalle liste di assegnazione delle case popolari.

“Per i residence su Roma, – conclude la Comunità Foce del Tevere – il Comune paga 33 milioni di euro l’anno e per ogni famiglia oltre 2 mila euro al mese. Solo per le 35 famiglie dell’Idroscalo sono stati spesi quasi 3 milioni di euro: a quest’ora avremmo avuto il nostro borghetto sulla nostra terra. Invece leggiamo di nuovi ghetti per i Rom (‘villaggi temporanei’) pensati dall’Assessore alle Politiche Sociali dell’attuale X Municipio, Emanuela Droghei, e di affidare le poche risorse economiche del Comune per costruire alberghi. Invece degli alloggi per i turisti vogliamo le nostre case, vogliamo un borghetto all’Idroscalo, vogliamo uscire dall’emergenza abitativa in cui ci costringono per favorire i costruttori”.

971841_552850704772730_341294916_n-2Fonte notizia Romatoday

 

Cerca anche

crollo cabine Nuova Pineta

Ostia, allarme erosione dell’arenile: crollo cabine in seguito a mareggiata

Maltempo, onde e vento forte. Disagi non solo in città, con alberi caduti e difficoltà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *