Home / Sport / American Football / Conclusa la stagione della Legio XIII con la partita tra “Vecchi Leoni” e “Giovani Legionari”.
Legio XIII

Conclusa la stagione della Legio XIII con la partita tra “Vecchi Leoni” e “Giovani Legionari”.

Anche quest’anno, per chiudere la stagione sportiva 2011/2012 la Legio XIII ha organizzato un incontro amichevole, l’oramai classica partita tra “Vecchi Leoni” e “Giovani Legionari”, giunto alla sua terza edizione. E’ stata, questa, l’occasione per salutare il ritiro dall’attività agonistica di due pezzi storici della Legio XIII e del football americano romano, Antonio Alicino e Marco Di Bari. L’incontro si è disputato lo scorso 28 Luglio la Polisportiva Palocco a Roma. Hanno risposto entusiasti all’invito della Legio XIII per la disputa di questa partita molti giocatori di altre squadre con presenze da diverse parti d’Italia..
Alle 19 ha preso vita una gara molto combattuta in cui i Giovani Legionari hanno cercato di tenere testa all’esperienza degli opposti “Veterani”, e cercando di rispondere colpo su colpo ad ogni loro segnatura. Giornata torrida che però non ha impedito ai partecipanti di disputare una buona partita, apprezzata anche dal discreto numero di spettatori presenti sugli spalti.
La maggiore esperienza su cui poteva contare la formazione dei “Vecchi Leoni” ha avuto la meglio e il risultato finale è stato fissato in 30 a 12 in loro favore. La società giallorossa in questi giorni è al lavoro per mettere su un team competitivo per la prossima stagione, con il direttore sportivo Bozzarini che si sta muovendo su più fronti. Rientrati alla Legio sia il nazionale Mirko Bruni, che Andrea Muzzarelli, che quest’anno sono andati in prestito agli Elephants Catania arrivando al Super Bowl di Varese, i due bravissimi giocatori non saranno i soli a rinforzare le file dei legionari per il prossimo campionato di A2 LeNAF. Il presidente della Legio XIII, Giacomo Tancioni: “E’ un piacere per noi aver avuto la conferma da Bruni e Muzzarelli, che il prossimo anno vestiranno la nostra maglia, visto che andremo a perdere due pedine storiche della nostra franchigia come Alicino e Di Bari, ma posso dirvi che forse avremo anche altri innesti importanti per quanto riguarda la senior.

In questo momento ci stiamo concentrando sulle giovanili che prenderanno il via a settembre e l’intenzione è quella di disputare la U21 a 9 giocatori e il “fiveman” U18 e U15”. Il nostro Head Coach , sarà sempre Fabio Annoscia, ma non precludo importanti novità anche nello staff tecnico. Diciamo che certezze e conferme di quello che stiamo costruendo, si avranno solo verso settembre-ottobre, visto che siamo anche in attesa della conferma di uno sponsor e stiamo facendo lavorare tranquillamente Bozzarini. Dal 28 agosto è stato già definito l’inizio del reclutamento per i giovani under 11 e 13 sia per il flag che per il tackle, con accordi per entrare in tre scuole medie di ostia ed una scuola superiore di Fiumicino. Questa stagione ritengo positiva, malgrado le nostre 8 sconfitte, ma sapere che dopo soli due anni abbiamo potuto disputare un campionato di A2, mi rende orgoglioso di quanto abbiamo fatto.
E’ stata una esperienza che ci ha consolidato come società e come squadra riuscendo a chiudere l’anno agonistico con almeno una trentina”. Marco Di Bari: “La stagione si e’ conclusa vedendoci sconfitti in tutte e 8 le partite disputate, da giocatore non posso ritenermi soddisfatto ma da dirigente ero consapevole del fatto che non si poteva pretendere di più dopo solo
2 anni e mezzo di attività, dopo tutto, se vogliamo vedere il bicchiere mezzo pieno, 3 delle 4 semifinaliste erano nel nostro girone (che fortuna). Inoltre, alla fine del campionato mi sono reso conto di parlare per la prima volta ad una squadra, cosa che non era all’inizio del campionato, questo significa che il gruppo c’è e avendo maturato esperienza, ha tutte le carte in regola per fare meglio il prossimo anno.

Durante la stagione ho disputato solo 4 partite su 8, questo perche’ a 46 anni i tempi di recupero dopo un infortunio sono molto lunghi, motivo per cui ho deciso di smettere, quello che conta però è che mi sono divertito moltissimo, giocando sempre al massimo delle mie capacità e cercando di fare sempre del mio meglio. In due partite in particolare, insieme al mio amico Alicino, intercetti e placcaggi “old style” non sono mancati. La partita di fine anno che vede contrapposti i “Giovani Legionari Vs Vecchi Leoni”per noi è ormai un classico di fine stagione. Ci piace confrontarci con i nostri ragazzi che durante l’anno vediamo crescere atleticamente. Inutile dire che il pensiero di noi dinosauri del football è sempre lo stesso: “ma quel ragazzotto di 19 anni è davvero così forte o posso ancora batterlo? Quest’anno in particolare, con in campo atleti del calibro di Bobby Davis lo spettacolo non e’ mancato, alzando indubbiamente il livello del gioco. La gara si e’ conclusa vedendo i Vecchi Leoni vincitori sui Giovani Legionari per 30 a 12 ma non era davvero il risultato la parte importante di questo incontro. Sono soddisfatto e orgoglioso della mia carriera da giocatore che e’ cominciata nel lontano 1982 insieme agli U-Boats di Ostia, ma ora più che mai il mio obiettivo è allenare i giovani della Legio XIII. Lo scorso anno l’Under 15 mi ha regalato grandi soddisfazioni posizionandosi al 4 posto in Italia, spero quindi di ottenere un altro grande risultato e per questo lavorerò con grande impegno ed entusiasmo.

Antonio Alicino: “Vorrei ringraziare tutti quelli che sono intervenuti alla partita di fine stagione, un’emozione immensa essere di nuovo su un campo da football con tanti vecchi amici, con Cuba ci siamo conosciuti tardi ma l’intensità del nostro vissuto ha permesso a noi due di sentirci come fratelli. Un ringraziamento anche al Presidente ed al Direttore Sportivo che hanno saputo organizzare il tutto. Infine vorrei dedicare un pensiero al compagno di mille battaglie Fabio Annoscia un personaggio storico per questo sport che in tutto l’anno non ha mai mancato una presenza ed è sceso in campo tra le fila dei giovanissimi guidandoli come unico coach ed anche come QB. Una partita senza dei Ref non si può giocare quindi per lì occasione sono stati dei nostri anche Roberto Palladino e Laura Villa sotto il prepotente sole romano sono stati pronti ad arbitrare la gara anche in ricordo dei colori che ci hanno accumunato anni or sono i colori di una compagine mitica i … Gladiatori Roma. Ora spero di potermi riprendere come Coach la rivincita con la giovanile dopo il quarto posto dello scorso anno a Milano? Che altro dire … finora due anni bellissimi vissuti in Legio XIII”.


Giacomo Tancioni – Ufficio Stampa Legio XIII

Cerca anche

bullismo 5

Legio XIII: al via la campagna contro il bullismo

LEGIO XIII IMPEGNATA A 360° NEL SOCIALE: DOPO AVER INDOSSATO LE MAGLIE DELL’UNAR AL VIA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *