Home / Roma News / D’Alema contro le nozze gay, scoppia la polemica

D’Alema contro le nozze gay, scoppia la polemica

Il matrimonio «come è previsto dalla Costituzione del nostro Paese, se non la si cambia, è l’unione tra persone di sesso diverso finalizzata alla procreazione. Tra l’uomo e la donna.»: su queste parole di Massimo D’Alema, pronunciate nel corso di un dibattito alla Festa dell’Unità di Ostia il 9 settembre e rilanciate oggi da un video su YouTube, si è scatenata la polemica delle associazioni di omosessuali.

Ma le sue affermazione di ieri sono stati giudicate «talmente rozze da risultare incredibili», come ha detto senza mezzi termini il presidente di Arcigay, Paolo Patané: «intanto D’Alema finge di dimenticare che non esiste nessuna relazione tra matrimonio e procreazione, perché il matrimonio non è diritto esclusivo delle coppie che possono procreare. Poi – prosegue Arcigay – confonde tra matrimonio civile e matrimonio religioso, dimenticandosi che esiste una differenza tra cittadini e credenti e tra Stato e Chiesa. E infine riesce persino a dimenticare la sentenza della Corte costituzionale 138 del 2010, che parifica i diritti delle coppie conviventi dello stesso sesso a quelli delle coppie coniugate eterosessuali. In qualunque Paese dell’Unione queste sarebbero le tipiche dichiarazioni di un esponente di estrema destra con smanie religiose, ma in Italia sono le dichiarazioni di un leader del Pd, ovvero di un partito che si dice progressista e di sinistra».

Fonte notizia Il Secolo XIX

Cerca anche

foto-legittima-difesa-idv

Legittima difesa: ‘Idv, 2 milioni di firme, record nella storia della Repubblica’

“Abbiamo raccolto 2.045.680 sottoscrizioni certificate alla nostra proposta di legge popolare sulla legittima difesa, già …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *