Home / Roma News / Finti agenti ma rapinatori veri in arresto la “banda dei cinque”
rapinatori

Finti agenti ma rapinatori veri in arresto la “banda dei cinque”

Abbordavano turisti stranieri, spacciandosi per veri poliziotti ed esibendo tesserini contaffatti. In un caso, uno di loro aveva perfino indossato una finta uniforme. Poi, chiedendo di poter vedere il portafogli per poter effettuare un controllo sui documenti del malcapitato, sfilavano il contante per darsi subito dopo alla fuga. Erano stati ribattezzati la “banda dei cinque” la gang di stranieri, due cittadini iraniani, due pakistani e un bulgaro, arrestati per rapina dagli agenti del commissariato Viminale.

Almeno tre i colpi messi a segno dalla “banda” tra la fine di ottobre e l’inizio di dicembre, tutti nei dintorni della Stazione Termini. Anche se, in base alla ricostruzione fatta dalla polizia, i rapinatori avevano scelto un campeggio di Passoscuro, nel litorale romano, come base operativa alla quale rientrare dopo ogni furto.

Nei quattro bungalow del campeggio presso cui avevano trovato rifugio i cinque rapinatori, gli agenti hanno ritrovato e sequestrato, oltre ai finti tesserini, anche 6.000 dollari, rubati ad una delle vittime solo pochi giorni fa. Ma il sequestro ha riguardato anche le tre auto, due Alfa Romeo e una Nissan usate dalla banda per i propri colpi. Le auto sono state ritrovate cariche anche di bagagli ed effetti personali dei fermati che avevano probabilmente già pianificato una prossima “uscita di scena”.

Sono ancora in corso le indagini sul possibile coinvolgimento della banda in alcune rapine avvenute in altre province laziali e nel Nord Italia.

Fonte notizia Teleromaweb

Cerca anche

bambino_corridoi_umanitari

Profughi, arrivati altri 81 con i ‘corridoi umanitari’ – L’appello di Impagliazzo (Sant’Egidio): ‘Altri Paesi europei adottino questo modello di sicurezza e integrazione’

Profughi, arrivati altri 81 con i “corridoi umanitari” Questa mattina a Fiumicino grazie al progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *