Home / Roma News / I Rom rifiutano la destinazione Castel Romano

I Rom rifiutano la destinazione Castel Romano

L’assessore alle politiche sociali del comune di Roma, Sveva Belviso, aveva annunciato nei giorni scorsi la svolta nell’attuazione del piano nomadi. Una svolta che prevede lo spostamento di quelli insediati in varie parti della città, in altre zone che meglio possono accogliere la popolazione rom.
La prima attuazione di questo progetto riguarda il campo della Martora, dove da anni vivono moltissimi rom. Questi saranno smistati in tre zone diverse: Castel Romano, River e via Salone.

Questa decisione, però, ai rom non è piaciuta affatto. Il Tempo riporta frasi di malcontento che esprimono la propria contrarietà a questo trasferimento. Alcuni rappresentanti del popolo rom sono stati ricevuti negli uffici di Angelo Scozzafava, attuatore del Piano Nomadi. Appena entrati, a quanto riporta Il Tempo, hanno sbattuto sul tavolo i giornali che annunciavano lo spostamento a Castel Romano. “Noi non possiamo essere divisi tra più campi – avrebbero detto, secondo quanto riportato da Il Tempo, i portavoce dei nomadi ricevuti anche da Scozzafava – Gli accordi erano di essere trasferiti tutti insieme, non divisi. L’assessore non è stato corretto. A queste condizioni non ce ne andiamo”.

“Adesso facciamo un casino – dice – aspettiamo da anni una sistemazione unica per la nostra gente e quando sembra che siamo pronti, succede quello che succede. Adesso chiamiamo Amnesty e tutte le associazioni umanitarie così protestiamo”.

Il trasferimento, secondo i rappresentati dei rom, potrebbe creare uno scontro etnico con le altre persone che affollano i campi lì presenti.

Cerca anche

raccolta_firme

Legittima difesa: Idv, superate 300mila firme per proposta legge

“Dal Veneto alla Calabria, dalla Val D’Aosta alla Sicilia: la proposta di legge popolare dell’Italia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *