Home / Curiosità / Il record del bagnino 91enne
www.ostianews.it

Il record del bagnino 91enne

OstiaNews – Percorrere in Pattino circa 21 km in meno di 2 ore e 35 minuti, partendo da Torvaianica per arrivare fino al Borghetto dei Pescatori. È la nuova impresa di Pio Schiano Moriello, a 91 anni il bagnino più vecchio d’Europa. Un uomo dai mille record Pio, fu il primo bambino nato ad Ostia nel 1919. “Mio padre Giuseppe – racconta – stava lavorando nella sua capanna sulla spiaggia, dove ora c’è lo stabilimento della Vecchia Pineta e accanto c’era mia madre incinta. Le doglie l’hanno colta quando non c’era più tempo per tornare a casa. É stato necessario far venire la levatrice al capanno”.

La sua carriera è cominciata su quella stessa spiaggia: in più di mezzo secolo ha salvato centinai di bagnanti e vanta ancora un primato, quello di un solo morto in 60 anni di carriera, cominciata ufficialmente a sedici anni dopo aver preso il diploma a Genova. I rischi seri però Pio li ha corsi durante la guerra. Si è imbarcato nei sommergibili, come sergente nostromo. Nel ’42, con altri 67 uomini di equipaggio, riaffiorati col Turbo a prendere aria e ricaricare le batterie al largo di Samos, i ricognitori li hanno individuati e silurati. Su 68 sono sopravvissuti in quattro.

Pio ha nuotato per nove ore fino ad approdare su un’ isoletta: ” É stata la gara più lunga della mia vita”, racconta. Oggi questo vecchio lupo di mare non ha abbassato la guardia e si prepara ad un’ennesima impresa, battere il suo stesso record, stabilito nel 2005; percorrere 21 chilometri in meno di 2 ore e 35 minuti. (nel 2003 aveva fatto lo stesso percorso in tre ore; ed era già record.) “Lo faccio per portare avanti il cognome di mio padre”, risponde a chi gli chiede perchá sceglie di farlo. E lo farà domani alle 8, sul pattino costruito con le sue stesse mani e con le pale dei remi dipinte, come da tradizione, con i colori della bandiera d’Italia. Durante la mattina, dopo l’arrivo di Pio al Borghetto dei Pescatori, ci sarà il gemellaggio con la comunità dei Romagnoli di Ostia Antica, rappresentati simbolicamente da alcuni discendenti dei primi braccianti ravennati che nel 1884 si insediarono lungo il litorale romano e iniziarono i lavori di bonifica, tra i quali Amedeo Zabberoni e Maria Pia Melandri.

“Il Borghetto è una memoria della mia infanzia, mi ricordo che avevo 6 o 7 anni quando da Ostia Antica, dal casale agricolo dove la mia famiglia viveva, partivamo con una vecchia bicicletta e andavamo sulla spiaggia di Ostia dove mio nonno si curava i dolori dell’artrosi con le sabbiature” Racconta Zabberoni: “Per andare al mare, attraversavo il Borghetto, dove abitavano alcune famiglie dedite alla pesca”. “Abbiamo voluto organizzare questa festa in onore di un uomo che con la sua forza e la sua saggezza ha tanto da insegnare a noi che siamo le nuove generazioni”, ha dichiarato Domenico Pizzuti giovane presidente della Società Cooperativa edilizia Borghetto dei Pescatori che sta realizzando il rilancio di questo luogo caratteristico del lido di Roma “Forse in un momento di crisi economica e di valori umani, come quello che stiamo vivendo, fare appello alla nostra identità può rappresentare un ottima bussola per non smarrirsi negli anni futuri”, conclude.

Cerca anche

Ikea - Kallax

Kallax: nuova linea di scaffali Ikea

Dopo l’enorme successo delle librerie Expedit, che, insieme a Billy e Kötbullar, sono entrate a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *