Home / Sport / Kickboxing, uno sport in crescita raccontato da Massimiliano Giannetti
Massimiliano Giannetti

Kickboxing, uno sport in crescita raccontato da Massimiliano Giannetti

Massimiliano Giannetti, direttore tecnico Kickboxing alla ASD New Boxe di Ostia, racconta la propria esperienza mostrando il lato umano  di questo sport troppo spesso sottovalutato dai soliti luoghi comuni.

Massimiliano GiannettiMASSIMILIANO, COSA TI HA FATTO ARRIVARE ALLA KICK?

            A metà degli anni ‘90 la televisione ci faceva conoscere, attraverso i suoi film, un signore dal nome francese, tale Jean Claude Van Damme; poi nel tempo avrei scoperto la realtà di questi sport e non la finzione cinematografica a cui ci avevano abituato con queste pellicole. Però è chiaro che un certo fascino nel vedere quel tiratissimo attore tirare calci lo abbiamo subito un po’ tutti. Così per caso sull’onda di questi film, mi sono avvicinato a questo sport, che considero tuttora la mia più grande passione.

DA QUANTI ANNI LO PRATICHI?

            Iniziai credo all’età di 16 anni ed ora che ne ho quasi 36….be’, il conto è presto fatto, sono quasi 20 anni. Certo, a dire il vero, all’inizio la frequenza era molto altalenante, dovuta al periodo dell’adolescenza in cui le priorità, a torto o ragione, erano altre tipo la scuola, gli amici, il pallone, le prime ragazze. Quindi diciamo che iniziai a frequentare una palestra assiduamente intorno ai 18 anni, momento in cui iniziavo a capire quanto fosse importante avere nella vita una passione, che oltre ad allenare ottimamente il fisico aveva delle ripercussioni più che positive, come d’altronde ogni tipo di sport, nell’aspetto psicologico.

COME È  CRESCIUTO QUESTO SPORT NEGLI ULTIMI ANNI?

            Basta dire che oggi esiste in Italia una Federazione riconosciuta dal Comitato Olimpico Nazionale, ovvero la FIKBMS. Una Federazione riconosciuta dal CONI credo dia esempio di credibilità e professionalità in tutti i settori, sia amatoriali che agonistici. Il livello dei Maestri è molto elevato calcolando anche i continui stage organizzati a livello Nazionale e Regionale, come altissimo è il livello degli atleti; qui ci sono i più forti: il Campione Italiano, ad esempio, è un vero Campione Italiano. Ma non voglio fare polemica perché ognuno fa il suo lavoro; diciamo che nella FIKBMS (Federazione Italiana Kickboxing Muay Thai, Shoot Boxe e Savate) c’è il meglio che si possa avere per gli sport di contatto.

È UNO SPORT PERICOLOSO? 

            È pericoloso come è pericolosa ogni tipo di attività sportiva. Certo, ripeto, grazie alla preparazione dei Maestri sicuramente sono limitati i dolori e le patologie causate da cattivi allenamenti, magari gestiti da persone che si chiamano Maestri senza neanche sapere quello di cui stiamo parlando. A livello di infortuni, per placare questa sorta di leggenda in cui “chi si picchia per sport” è un pazzo perché si fa male, faccio io una domanda a te: quanti infortuni ci sono nel calcio?

PREGI E DIFETTI DI QUESTO SPORT? 

            Comincio a dire i difetti che faccio prima: “nessuno” va bene come risposta? Riguardo ai pregi che dirti? Credo che il discorso vada fatto a più ampio respiro per quanto riguarda le tematiche sociali, ovvero il togliere i ragazzi dall’ozio e dal dolce far niente. Mentre invece se parliamo di ambiente sociale riproposto in una palestra, dobbiamo dire che a questi giovani viene insegnato il sacrificio fisico e mentale, la gestione dello stress, il rispetto FONDAMENTALE per l’avversario, per il Maestro e per i compagni di allenamento. In palestra non si fa sport, si fa vita. Io la penso così: “Fatica, sacrificio, sudore, dolore, rispetto ed educazione. Così si è felici, si è vivi”.

CI SONO LIMITI DI ETÀ PER PRATICARLO O, COMUNQUE, A CHE ETÀ È CONSIGLIABILE INIZIARLO? È UNO SPORT ADATTO ANCHE ALLE DONNE? 

            Per me, ripeto, se ci si affida a Maestri seri e preparati non ci sono limiti di età per praticarlo, sia per i più giovani che possono avvicinarsi a questo meraviglioso sport anche all’età di 10 anni o prima, che per i più “grandicelli”; anzi, tra quelli che hanno una fascia di età intorno agli “anta”, devo dire, noto sempre una grinta fuori dal normale da cui i più giovani dovrebbero prendere esempio. Mi chiedi delle donne? Per quel che mi riguarda posso dirti che del gentil sesso è rimasto veramente poco. Le donne sono davvero delle guerriere… io credo per indole genetica; non soffrono gli allenamenti come noi maschietti e anche in campo agonistico danno degli eccellenti risultati. Una delle mie atlete è tra le prime in Italia in diverse discipline, e pensare che ha iniziato questo sport non più di 5 anni fa. Non dobbiamo dimenticare poi una cosa molto importante: in palestra bisogna divertirsi prima di tutto, perché comunque è vero il luogo comune che dice che in palestra ci si viene anche come sfogo e come reazione alle difficoltà della vita; a tutte le età: i più piccoli hanno problemi legati alla scuola, mentre noi adulti lottiamo con il quotidiano, che soprattutto in questi tempi coincide con la mancanza di moneta.

È UNO SPORT COSTOSO? 

Non amo sentire questo tipo di affermazioni. Sì, ha dei costi, il materiale non lo regala nessuno e il mensile della palestra va pagato nei tempi previsti. Credo che più o meno tutti possano permetterselo, basta rinunciare a qualche extra meno importante (del tipo “questo mese non ho soldi quindi non vado a mangiare fuori, non vado a ballare, non compro giochi per la play, evito di spendere soldi in cose tutto sommato non indispensabili”). Quando mi dicono “Non ho i soldi per comprare i guantoni” io rispondo “se vai a giocare a calcetto li trovi i soldi per gli scarpini?”. È un fatto di mentalità vincente e determinazione. Punto.

COSA TI SENTIRESTI DI DIRE AI GIOVANI CHE SI AVVICINANO A QUESTO TIPO DI DISCIPLINE? 

      Divertitevi, impegnatevi, seguite i consigli del vostro Maestro, e applicatevi con costanza e dedizione; se prendete un impegno deve essere preso con serietà e disciplina.

PER QUANTO RIGUARDA L’ALIMENTAZIONE, VIENE ANCHE DATA UNA DIETA A CHI LO RICHIEDE     

      Io sono un Tecnico, non un medico. Posso dare dei consigli alimentari ma certo non darò mai in vita mia una dieta a nessuno. Per quello ci sono i Medici. Gli insegnanti di qualsiasi sport che prescrivono diete a ragazzi senza averne le conoscenze scientifiche per me dovrebbero essere radiati dall’insegnamento  Ai minorenni ad esempio non do nemmeno consigli, il motto è “mangi quello che ti danno da mangiare i tuoi genitori”.

VUOI CITARE QUALCHE MAESTRO DA CUI HAI APPRESO I SEGRETI PER ESSERE UN BUON INSEGNANTE? 

A parte che io sono un ECCELLENTE insegnante e non buono come dici tu! Comunque, a parte gli scherzi, io credo che bisogna apprendere un po’ da tutti, soprattutto per me che sono ancora relativamente giovane al cospetto di Maestri con la M Maiuscola. Poi, chiaro che devo mettere tanto del mio altrimenti non si cresce mai e se non si cresce, se non si sviluppa il Maestro, non lo fa neanche l’atleta. I Maestri da cui ho imparato molto e da cui continuo a imparare sono sicuramente i fratelli Massimo e Paolo Liberati, Mario Carella, veri precursori di questo sport oltre che ex grandissimi atleti, e l’amico Massimo UIissi.

COME SONO ORGANIZZATI I CORSI? 

Prepara la borsa e vieni ad allenarti alla New Boxe di Ostia, te ne accorgerai da solo. Comunque a parte gli scherzi: ogni allenamento viene suddiviso in sessioni di ginnastica generale e specifica. Poi si passa agli aspetti tecnici, che spaziano tra tantissimi tipi di attività. Per gli agonisti, è chiaro, viene studiata una periodizzazione dell’allenamento in modo da farsi trovare pronti fisicamente e mentalmente per le 16 corde. Poi, ripeto, venite a provare e vi verranno tolti ogni dubbio e curiosità!

DOVE PUÒ ESSERE PRATICATO AD OSTIA? 

Domanda troppo facile: alla ASD NEW BOXE, che si trova in Via Capo Poro 32, dalle parti della fermata del treno regionale “Stella Polare”. Ad Ostia non so se ci sono altre palestre in cui venga insegnata la Kickboxing (si scrive rigorosamente tutto attaccato). Quello che do per certo è che la New Boxe è l’unica Società debitamente affiliata alla Federazione Italiana Kickboxing. 

CHE TIPO DI AMBIENTE SI TROVA ALLA NEW BOXE?

       All’entrata della Palestra c’è un cartello in cui gli atleti scrivono un loro messaggio. Ecco, per farti capire io personalmente ho scritto “Benvenuti alla New Boxe, benvenuti in famiglia”. L’ambiente è sano, sereno e davvero troviamo il tempo tra una sudata e l’altra di sorridere un po’. La palestra è gestita da Emiliano Rotondi, che oltre ad essere un amico è una bravissima persona e un validissimo insegnante di Boxe e di vita, e da sua moglie Barbara che con i suoi sorrisi, la sua pazienza e, perché no, qualche sano consiglio contribuisce a rendere davvero speciale la New Boxe. Per cui, basta chiacchiere, venite a fare una lezione di prova gratuita alla New Boxe. 

TURNI ED ORARI DELLA KICKBOXING? 

I turni durano un’ora e mezza per una frequenza di tre volte alla settimana. Martedì e Giovedì dalle 19.45 alle 21.15 e il Sabato dalle 14.00 alle 15.30. È chiaro che per gli agonisti sussistono altre fasce orarie tramite le quali, come dicevo prima, curare la periodizzazione degli allenamenti.

Ringraziamo Massimiliano augurandogli con tutto il cuore di continuare questo sport con la passione che ancora oggi lo accompagna in tutte le sue lezioni.

Vi aspettiamo in Via Capo Poro 32, non ve ne pentirete.

Cerca anche

bullismo 5

Legio XIII: al via la campagna contro il bullismo

LEGIO XIII IMPEGNATA A 360° NEL SOCIALE: DOPO AVER INDOSSATO LE MAGLIE DELL’UNAR AL VIA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *