Home / News / La crescita del gruppo Renault in Italia
renault-technocentre-mod

La crescita del gruppo Renault in Italia

Il 2014 ha da poco chiuso i battenti e se per molte imprese si è rivelato un anno di crisi e sacrifici, per il gruppo Renault Italia è invece stato un anno di successo e crescita. Renault ha infatti registrato successi commerciali non indifferenti, soprattutto sul mercato delle Autovetture e dei Veicoli Commerciali, che dopo 7 anni ha permesso alla casa automobilistica francese di immatricolare più di 130.006 veicoli, con un positivo del +5,1% e un incremento del 29,2%, confermandosi come il gruppo automobilistico con la maggior crescita.

Ecco che quindi la quota mercato della Renault del 2014 è stata dell‘8,80%, registrando un +1,7 punti rispetto al 2013, che oltre a rappresentare un grande successo per il 2014, rappresenta un primato per il Gruppo Renault in Italia, che non aveva mai registrato un incremento così alto da 28 anni ad oggi.

Galeotto del successo è sicuramente stato il grande rinnovamento che il marchio Renault sta affrontando con la sua gamma, avviato a partire dal 2012 con il lancio di nuovi modelli che oggi stanno ottenendo un successo incredibile, prima tra tutti la nuova Renault Clio, che con 40.864 unità immatricolate nel 2014 ha ottenuto il primato come auto straniera più venduta in Italia, oltre che l’automobile preferita dai giovani.

Si tratta di un’utilitaria particolarmente innovativa e adatta a chi deve muoversi in città e spostarsi quotidianamente, senza però rinunciare a spazi confortevoli e capienti. Sono tantissime anche le occasioni che si possono trovare online, dove Renault Clio è acquistabile su portali specializzati a costi vantaggiosi, come in questa sezione del sito Autoscout24.

Un successo davvero incredibile per quest’automobile che, sin dal suo lancio nel 2012, è riuscita a diventare il simbolo del nuovo design Renault, caratterizzato da linee seducenti, che ben si coniugano, però, con innovazioni tecnologiche all’avanguardia e accessibili a tutti, permettendo inoltre ampie possibilità di personalizzazione.

Oltre alla nuova Clio, ovviamente, ci sono anche altri modelli che hanno fatto la fortuna della casa francese, come ad esempio la nuova gamma Mégane e Scénic, ma anche i nuovi Trafic e Master. Si tratta di automobili innovative, che a un design classico, elegante e ammiccante accostano un’innovazione tecnologica mai vista prima, il tutto a prezzi decisamente contenuti, rendendo i veicoli Renault esclusivi e accessibili al contempo.

Ecco perché i traguardi più significativi di questa crescita nel 2014 si possono registrare soprattutto nel canale delle vendite a privati, dove il Gruppo Renault Italia ha registrato ben 96.812 immatricolazioni (che equivale a un +32% rispetto al 2013) e una quota di mercato pari all‘11,04%, permettendo così a Renault e Dacia di affermarsi come la prima e la seconda marca per quanto riguarda la crescita di quota di mercato. In altre parole, questo significa che in rispetto a un mercato, quello delle autovetture, che rispetto al 2013 ha registrato un +4,2% di vendite, il 29% delle immatricolazioni sono vanto del Gruppo Renault.

Molto positiva è stata anche la riuscita registrata sul mercato dei Veicoli Commerciali, in crescita del 15,9%, in relazione al quale il Gruppo francese ha registrato un +33% e ha conquistato una penetrazione dell‘8,92%. Un successo davvero incredibile, quindi, quello del Gruppo Renault e del Gruppo Dacia, che dimostrano la loro capacità di proporsi con successo al pubblico, proponendo veicoli che non abbiano solo un design particolarmente attraente, ma anche una grande innovazione tecnologica, motori performanti ed ecologici, una garanzia di qualità molto elevata e dei costi accessibili, così da soddisfare le esigenze di qualsiasi guidatore che non voglia spendere una fortuna, ma che non voglia neanche accontentarsi, né da un punto di vista estetico, né da un punto di vista performante.

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *