Home / Roma News / L’Esercito Italiano A Euroma 2
foto euroma2

L’Esercito Italiano A Euroma 2

L’iniziativa, che  prenderà il via il 19 gennaio  nel Centro Commerciale Euroma 2, è stata promossa dal Municipio Roma XII EUR e patrocinata dall’’Assessorato alle Attività Produttive, al Lavoro e al Litorale di Roma Capitale, con  l’obiettivo di  presentare la Forza Armata sotto diverse angolature, con particolare riguardo alle attività militari che trovano impiego anche nel sociale.

foto euroma2“Formazione, professionalità, tradizioni, valori, tecnologia e sport” sono i temi del primo evento promozionale del 2013 dell’Esercito Italiano nella Capitale che prenderà il via sabato 19 gennaio alle 17.00 nel Centro Commerciale Euroma2.

L’iniziativa è promossa dal Municipio Roma XII EUR e patrocinata dall’Assessorato alle Attività Produttive, al Lavoro e al Litorale di Roma Capitale e continua nel solco tracciato da altre Istituzioni. L’obiettivo è quello presentare la Forza Armata sotto diverse angolature con particolare riguardo alle attività militari che trovano utile impiego anche nel sociale.

La mostra, organizzata dal Comando Militare della Capitale,  si svilupperà sui tre livelli del Centro Commerciale Euroma 2 dove, sino al 27 gennaio gli atleti, i medici, gli artificieri, i topografi e i soldati dei reparti operativi dell’Esercito Italiano accoglieranno i visitatori in 13 stand tematici ricchi di fotografie, equipaggiamenti e uniformi.

L’esposizione sarà inaugurata dal concerto dei 35 elementi della Banda del Comando Logistico di Proiezione. I cittadini potranno cimentarsi gratuitamente in attività interattive tra le quali l’arrampicata sportiva su di una palestra di roccia artificiale con l’assistenza di istruttori militari del 9° Reggimento Alpini e assistere alle attività sanitarie dimostrative eseguite dal personale medico del Policlinico Militare di Roma “Celio”.

Ai visitatori sarà data la possibilità di osservare il robot anti sabotaggio “MK8 – Plus II” usato dagli artificieri del 6° reggimento Genio Pionieri per la neutralizzazione degli ordigni esplosivi, conoscere gli specialisti del Centro di Eccellenza nazionale del Comando Genio per la lotta contro gli ordigni (C-IED), ed incontrare Otto e Rocky, le mascotte del reggimento Lancieri di Montebello (8°).

L’evento si rivolgerà anche ai più giovani e alle scuole per i quali saranno organizzate delle conferenze sulla Forza Armata che consentiranno loro di avvicinarsi e di apprendere meglio le origini e le attività svolte dai militari dell’Esercito Italiano. A tal proposito saranno presenti l’Istituto Geografico Militare Italiano, con una mostra di fotografie e carte topografiche antiche di Roma ed il 1° reggimento Granatieri di Sardegna, la più antica specialità dell’Esercito Italiano.

Inoltre un tatami ospiterà le esibizioni di arti marziali degli atleti del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito mentre la Scuola di Fanteria e il 7º reggimento difesa NBC, l’unità specialistica dell’Esercito Italiano per la difesa nucleare, biologica e chimica, mostreranno i mezzi di difesa di ultima generazione.

All’ingresso del Centro Commerciale personale qualificato sarà a disposizione per fornire informazioni e materiale illustrativo sulle diverse possibilità di reclutamento nell’Esercito Italiano e sui concorsi attualmente in atto quale, ad esempio, quello per Volontario in Ferma Prefissata, condizione per l’accesso alle carriere iniziali delle forze di polizia sia a ordinamento militare sia civile. La partecipazione della Forza Armata è stata improntata al massimo contenimento delle spese impiegando prevalentemente reparti residenti nel Lazio nonché le infrastrutture militari della Capitale per il supporto logistico.

IL CAPO UFFICIO COMUNICAZIONE

(Col.a. (c/a) s.SM Marco MARINI)

SCHEDA INFORMATIVA

Musica d’Ordinanza del Comando Logistico di Proiezione.

La banda, costituita nel 1980, si esibisce indossando l’uniforme in uso al Corpo del treno d’Armata del 1861 e partecipa a eventi, cerimonie e manifestazioni sia nazionali sia internazionali.

9° Reggimento Alpini.

Il motto di questo Reggimento, “D’Aquila Penne, ugne di Leonessa” racchiude il nome di tre città abruzzesi ed esce dalla fantasia del poeta pescarese Gabriele D’Annunzio. I soldati del 9° reggimento Alpini, regolarmente impegnati nelle missioni d’oltremare,  sono stati tra i primi a soccorrere le popolazioni della provincia de L’Aquila colpite dal sisma del 2009. L’operazione “Aquila”, ha visto l’impiego di 700 militari per la rimozione di oltre 160 mila tonnellate di macerie, la vigilanza delle aree maggiormente danneggiate e l’effettuazione di numerosi lavori per il ripristino della viabilità nel capoluogo abruzzese. I militari del reggimento svolgono, altresì, l’attività di soccorso alpino a favore degli sportivi nelle località sciistiche abruzzesi. 

6° Reggimento Genio Pionieri

Nel 2012, i nuclei EOD (Explosive Ordnance Disposal) dei reparti del Genio hanno eseguito 2.300 interventi specialistici sul territorio nazionale per la bonifica di ordigni esplosivi e residuati bellici (oltre 30.000 negli ultimi 10 anni) ed allestito 27 ponti del tipo Bailey per il ripristino della viabilità. Non solo, i reggimenti del Genio sono intervenuti a favore della popolazione colpita dal terremoto in Emilia con 300 militari e oltre 100 mezzi e attrezzature speciali, rimuovendo più di 1.100 tonnellate di macerie, vigilando le “zone rosse”, occupandosi della direzione di 6 progetti di demolizione e messa in sicurezza delle infrastrutture e la verifica di agibilità di 803 edifici danneggiati dal terremoto. Inoltre, una “task force” del Genio militare ha provveduto alla realizzazione di 1085 MAP (Moduli Abitativi Provvisori), che hanno accolto le famiglie private della propria abitazione.

Centro di Eccellenza nazionale del Comando Genio per la lotta contro gli ordigni (C-IED).

Si trova nella città militare della Cecchignola ed è la scuola italiana, a valenza interforze, per la lotta contro gli ordigni (C-IED). Specialisti e artificieri di tutta Europa arrivano per apprendere dai nostri esperti le tecniche all’avanguardia per operare in sicurezza, poiché il contrasto agli IED trascende l’ambito militare e impone un approccio globale, multidisciplinare e di cooperazione fra le diverse organizzazioni in favore di tutti i cittadini.

Reggimento Lancieri di Montebello (8°).

Reggimento pienamente operativo e regolarmente impiegato sia nelle missioni all’estero sia sul territorio nazionale in concorso con le Forze dell’Ordine. Assolve, altresì, compiti di alta rappresentanza e da anni è impegnato anche in corsi di ippoterapia per bambini diversamente abili.

L’impegno di assistenza ai cittadini da parte dei cavalieri si è rinnovato in occasione dell’emergenza maltempo in Toscana e Lazio lo scorso novembre. Il reggimento Lancieri di Montebello e i reparti dell’Esercito residenti nelle aree colpite hanno supportato la Protezione Civile con 140 militari e 40 mezzi. L’emergenza maltempo in tutta Italia nel 2012 ha reso necessario l’intervento di 2.000 militari e 500 mezzi appartenenti a 24 fra Comandi, Scuole e Reparti della Forza Armata.

1° reggimento Granatieri di Sardegna.

Reggimento pienamente operativo e regolarmente impiegato sia nelle missioni all’estero sia sul territorio nazionale in concorso con le Forze dell’Ordine. Riallaccia le sue antiche tradizioni al Reggimento delle Guardie costituito il 18 aprile 1659 al servizio del Re di Sardegna, ed è presente a Roma dal 1946. Il reparto è uno dei 21 reggimenti dell’Esercito che in Italia, su richiesta delle Prefetture competenti, congiuntamente alle Forze dell’Ordine, assicurano permanentemente, con circa 5000 militari, il pattugliamento delle principali aree metropolitane e la vigilanza di installazioni e obiettivi sensibili nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure”. Dall’inizio dell’operazione, nell’agosto 2008, ad oggi, sono state controllate complessivamente più di 1 milione e 800 mila persone e 920 mila mezzi di cui più di 8.000 sequestrati, insieme a centinaia di armi ed oltre 2.100 chili di droga.

Istituto Geografico Militare Italiano.

L’istituzione svolge le funzioni di Ente cartografico dello Stato e si occupa della manutenzione dei confini di stato, della formazione sulle nuove tecnologie per la gestione dell’informazione geo-spaziale, ed opera per assicurare prodotti cartografici che offrano la totale garanzia per la descrizione del territorio. Trae le sue origini dall’Ufficio del Corpo di Stato maggiore del Regio Esercito che nel 1861 aveva riunito in sé le tradizioni e le esperienze dell’omologo Ufficio del Regno sardo, del Reale Officio topografico Napoletano e dell’Ufficio Topografico toscano.

Sportivo Olimpico dell’Esercito.

Dalla sua fondazione, il 1° gennaio del 1960, favorisce la fusione tra Esercito e Paese tramite la partecipazione a gare federali e promozionali nazionali e internazionali. Ed è grazie a questa visione dell’attività sportiva, che l’Esercito forma e recluta atleti che hanno fatto la storia dello sport italiano. A oggi il Centro può vantare circa 170 atleti d’interesse nazionale e internazionale. Le prime medaglie olimpiche arrivarono ai Giochi di Parigi del 1900. Ma molti altri campioni hanno caratterizzato la lunga storia dello sport italiano targato Esercito: sono infatti 61 le medaglie vinte ai Giochi Olimpici.

7º reggimento difesa NBC.

L’unità specialistica dell’Esercito Italiano per la difesa nucleare, biologica e chimica (CBRN-E). Il reggimento esibirà i mezzi, gli equipaggiamenti e le attrezzature utilizzati negli interventi sul territorio nazionale in concorso alle Forze dell’Ordine e a quelle di Pubblico Soccorso nel controllo e bonifica delle aree contaminate da agenti chimici, biologici, radiologici e nucleari o in caso di rischi derivanti dallo smaltimento abusivo di rifiuti tossici.

Scuola di Fanteria.

L’istituto per la formazione e la specializzazione di tutto il personale dell’Arma di Fanteria dell’Esercito Italiano, mostrerà i mezzi di difesa di ultima generazione come il sistema di Mobilità Notturna (Night Mobility System – NIMOS) che consente la mobilità del soldato in condizioni di scarsa illuminazione oppure il Ricevitore Global Position System (GPS) che fornisce le informazioni sulla posizione di ciascun militare.

Policlinico Militare di Roma “Celio”.

L’ospedale è la struttura sanitaria interforze e svolge le attività di prevenzione, diagnosi, cura e sgombero sanitario per il personale impiegato nei teatri operativi. Svolge inoltre le stesse attività in regime di day hospital e day surgery a favore del personale militare e civile della difesa.

 IL CAPO UFFICIO COMUNICAZIONE

 (Col.a. (c/a) s.SM Marco MARINI)

Cerca anche

raccolta_firme

Legittima difesa: Idv, superate 300mila firme per proposta legge

“Dal Veneto alla Calabria, dalla Val D’Aosta alla Sicilia: la proposta di legge popolare dell’Italia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *