Home / Roma News / Olimpiadi, Codacons ricorre al Tar contro la candidatura di Roma 2020
Olimpiadi

Olimpiadi, Codacons ricorre al Tar contro la candidatura di Roma 2020

L’associazione dei consumatori è contraria all’iniziativa “fino a quando non saranno risolti almeno i principali problemi in tema di viabilità, raccolta rifiuti e  disservizi per i cittadini”. La replica di Ghera: “Roma ha già gli impianti sportivi”.

Il Codacons “ha presentato un ricorso al Tar Lazio contro la candidatura di Roma ai Giochi Olimpici del 2020. Dopo le dichiarazioni dell’assessore ai lavori pubblici, Fabrizio Ghera, durante l’inaugurazione di uno dei 186 cantieri previsti dal Campidoglio per la manutenzione stradale della Capitale, l’associazione di consumatori ha ribadito la sua contrarietà all’iniziativa. Questo “fino a quando non saranno risolti almeno i principali problemi in tema di viabilità, raccolta rifiuti e  disservizi per i cittadini”.

“L’amministrazione comunale farebbe bene a farsi carico prima dei problemi dei romani e poi semmai pianificare eventi internazionali prestigiosi come le Olimpiadi – ha detto il presidente del Codacons Carlo Renzi – . Se gli assessori sono pronti alle Olimpiadi le associazioni in difesa dei consumatori sono altrettanto pronte ad opporsi finché sarà necessario”.

Ghera: “Roma ha già gli impianti sportivi”
Immediata la replica dell’assessore capitolino ai Lavori pubblici e alle Periferie Fabrizio Ghera. “Stupisce la posizione del Codacons in merito alla  candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020. Non solo perchè la Capitale è già dotata di gran parte delle infrastrutture e degli impianti sportivi necessari per ospitare i giochi olimpici. Ma anche perchè il 90% dei cittadini romani, come riportato da vari sondaggi, si è espressa in modo favorevole alle Olimpiadi”. Si tratta, conclude Ghera, di “una maggioranza schiacciante per un progetto che aiuterà Roma a crescere ancora di più”.

Cerca anche

raccolta_firme

Legittima difesa: Idv, superate 300mila firme per proposta legge

“Dal Veneto alla Calabria, dalla Val D’Aosta alla Sicilia: la proposta di legge popolare dell’Italia …

Un commento

  1. I cittadini romani sono favorevoli perché non gli avete detto quanto costeranno ai giochi. Facciamo due conti, Alemanno dice che ci vogliono 4 miliardi di euro do soldi pubblici che poi come minimo arriveranno a 6/8. I romani sono 3 milioni. Chiedete ai romani se vogliono pagare 2.000 euro a testa per le olimpiadi e vediamo cosa vi dicono!
    Alemanno e compagnia brutta continuano con l’andazzo irresponsabile che ha giá fatto 12 miliardi di debiti per il comune di roma ma siccome vogliono elargire altri favori politici, ne vogliono fare ancora, di debiti…buffoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *