Home / Roma News / Oltraggio alla casa di Nerone senza tetto nella Domus Aurea
Domus Aurea

Oltraggio alla casa di Nerone senza tetto nella Domus Aurea

La ‘Domus Aurea’, la casa di Nerone, era stata trasformata in un ricovero notturno per immigrati e luogo dove c’era ogni genere di rifiuti.

Dalle prime luci del giorno, nelle aree che delimitano e compongono il complesso archeologico sono iniziati i lavori di bonifica ambientale del Gruppo centro storico della polizia municipale, con l’Ufficio coordinamento politiche della sicurezza, il decoro erbano, l’Ama e la Sovrintendenza per il ripristino ambientale del complesso archeologico al Colle Oppio. Coinvolta anche l’unità di Strada della Sala operativa sociale del V dipartimento.

Le cinque pattuglie di via Montecatini, durante il controllo programmato già da una decina di giorni, hanno trovato all’interno del sito dodici cittadini stranieri, tutti con documenti, che avevano eletto la casa di Nerone come improvvisato riparo notturno. Sette iracheni, un romeno, un siriano, un camerunense, un cingalese ed un etiope sono stati supportati, viste le condizioni igieniche, dal personale presente della Sala Operativa Sociale, che si è messo subito a disposizione per ogni tipo di ausilio. Due dei dodici, un curdo iracheno ed un cittadino del Cameroun, viste le precarie condizioni di salute – uno affetto da cardiopatia e l’altro con problemi di deambulazione – sono stati accompagnati presso un centro di prima accoglienza.

Gli addetti dell’Ama hanno anche pulito l’area rimuovendo arbusti ed erbaggi. Per ultimare la bonifica i due furgoni dell’azienda municipalizzata hanno effettuato sette viaggi verso la discarica, raccogliendo ogni tipo di cose: coperte, materassi, masserizie, bottiglie in vetro e plastica, siringhe e rifiuti organici. La bonifica servirà, come ha comunicato il delegato alla Sicurezza Giorgio Ciardi, “a restituire ai turisti e visitatori un area di grandissimo pregio storico-archeologico, grazie anche alla polizia municipale che, oltre al lavoro quotidiano svolge un importantissimo contrasto ad ogni tipo di degrado ambientale, offrendo di nuovo un’area degna della storia della Capitale”. Le operazioni riprenderanno domani per proseguire sabato e lunedì. Altri interventi, fanno sapere dall’Ufficio coordinamento politiche della sicurezza, sono già in calendario, ma potrebbero essere anticipati in base alle urgenze.

Fonte notizia Teleromaweb

Cerca anche

raccolta_firme

Legittima difesa: Idv, superate 300mila firme per proposta legge

“Dal Veneto alla Calabria, dalla Val D’Aosta alla Sicilia: la proposta di legge popolare dell’Italia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *