Home / News / Ostia, CasaPound: contestato sindaco Marino, “viene ad inaugurare quadri e 350 bambini disabili sono senza assistenza”
Inaugurazione Caravaggio

Ostia, CasaPound: contestato sindaco Marino, “viene ad inaugurare quadri e 350 bambini disabili sono senza assistenza”

Roma, 29 Settembre – Dura contestazione di CasaPound Italia all’arrivo del sindaco Marino ad Ostia questo pomeriggio durante l’inaugurazione al Teatro del Lido dell’esposizione di un quadro del Caravaggio.

Il sindaco è riuscito ad entrare solo grazie all’intervento delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa che hanno allontanato i contestatori. “È inamissibile – spiega Luca Marsella, responsabile di CasaPound Italia sul litorale romano – che Marino venga ad Ostia soltanto per fare inaugurazioni e ignori qualsiasi problema del territorio. È stato impedito ai cittadini di entrare in un luogo pubblico e l’accesso è stato riservato solo agli invitati, agli esponenti del Pd ed ai giornalisti. Dopo aver gettato su Ostia una pesante etichetta di mafia con lo scioglimento del municipio questa sarà sempre l’accoglienza che riserveremo al sindaco”.
“Nel X Municipio 350 bambini disabili sono senza assistenza nelle scuole – spiega Carlotta Chiaraluce, portavoce locale di CasaPound – le stesse scuole cadono a pezzi e le centinaia di buche nelle strade trascurate causano incidenti mortali, ogni area verde è abitata da rom e stranieri che la rendono inavvicinabile come del resto tante altre zone a partire da quelle limitrofe alle stazioni, abbiamo un ex presidente del Pd arrestato per Mafia Capitale e nonostante tutto governa ancora il Pd e non si va alle elezioni. In tutto questo – conclude Chiaraluce – il sindaco viene ad inagurare un quadro”.

Inaugurazione Caravaggio 2

Inaugurazione Caravaggio 3

Inaugurazione Caravaggio 4

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *