Home / Curiosità / Ostia, “compra” documento rumeno per risultare comunitario: arrestato Moldavo
E' stato fermato sul Lungomare Paolo Toscanelli di Ostia alla guida di un furgoncino con targa moldava, sprovvisto di patente, quando gli agenti del Commissariato di zona, diretti dal dr. Antonio Franco, gli hanno chiesto di esibire un documento ha mostrato una carta di identità rumena.

Ostia, “compra” documento rumeno per risultare comunitario: arrestato Moldavo

E’ stato fermato sul Lungomare Paolo Toscanelli di Ostia alla guida di un furgoncino con targa moldava, sprovvisto di patente, quando gli agenti del Commissariato di zona, diretti dal dr. Antonio Franco, gli hanno chiesto di esibire un documento ha mostrato una carta di identità rumena. I poliziotti, insospettiti dall’atteggiamento nervoso dell’automobilista hanno approfondito l’accertamento sullo straniero, scoprendo che il documento in suo possesso era un falso. Messo alle strette dagli investigatori ha riferito di averlo acquistato a Roma, per la cifra di 200 euro, da alcuni cittadini rumeni. Controllato e’ stato trovato in possesso anche di una carta di Identità italiana, rilasciata dal Comune di Roma, sulla base delle generalità del documento falso, risultando così cittadino comunitario. Da ulteriori accertamenti e dalle risultanze foto-dattiloscopiche, e’ stato accertato infatti che lo straniero era un cittadino extracomunitario di nazionalità moldava, a cui nel 2010 era stato intimato di lasciare il territorio nazionale. Per ovviare al problema si e’ procurato un documento falso nella speranza di eludere i controlli. Ultimate le indagini il moldavo, B.M., di 53 anni, e’ stato arrestato e indagato in stato di libertà per violazione delle norme sull’immigrazione clandestina, guida senza patente, ricettazione di autovettura. Il furgone su cui viaggiava, di probabile provenienza furtiva, e’ stato sequestrato.

Fonte notizia la Repubblica

Cerca anche

Ikea - Kallax

Kallax: nuova linea di scaffali Ikea

Dopo l’enorme successo delle librerie Expedit, che, insieme a Billy e Kötbullar, sono entrate a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *