Home / Cronaca / Ostia: sigilli al Porto Turistico, sequestro da 450 milioni
Ostia - Porto Turistico

Ostia: sigilli al Porto Turistico, sequestro da 450 milioni

Roma, 27 luglio 2016 – Sotto sequestro preventivo beni per 450 milioni di euro, dopo un maxi blitz della Guardia di Finanza questa mattina a Ostia.

Il denaro sarebbe riconducibile all’imprenditore Mauro Balini, con fortissimi interessi nella costruzione e nell’allargamento del porto nuovo di Ostia e nella gestione di diversi stabilimenti balneari.

In tutto sono stati messi sotto sequestro “patrimonio aziendale e le quote societarie di 19 società, di cui 2 di diritto inglese, legate alla gestione del porto turistico di Roma e di alcuni lidi di Ostia”, oltre “531 unità immobiliari, disponibilità finanziarie e altri beni mobili”. Balini è stato accusato in passato di “associazione a delinquere, bancarotta fraudolenta, emissione di fatture false e riciclaggio, che è risultato contiguo ad ambienti malavitosi operanti sul litorale di Ostia e in costante collegamento con personaggi di notevole spessore criminale”.

L’operazione di oggi si pone in continuità con “Ultima Spiaggia”, l’inchiesta che lo scorso anno portò in carcere lo stesso Balini, al quale furono contestati tra gli altri i reati “di trasferimento fraudolento di valori, per aver intestato a società apparentemente terze, il prestigioso attico sul litorale ostiense in cui vive, anch’esso sottratto fraudolentemente alla A.T.I., e un lussuoso catamarano, nella sua esclusiva disponibilità, acquistato, in larga parte, con risorse sottratte alla fallita mediante il descritto sistema di frode”. Beni questi ultimi a cui oggi sono stati messi i sigilli.

Fonte della notizia: http://roma.fanpage.it/ostia-sequestrati-beni-per-450-milioni-a-mauro-balini-il-re-del-porto-di-ostia/

Cerca anche

vigili spiaggia

Ostia: spiaggia libera trasformata in stabilimento, sequestrato il materiale abusivo

Roma, 14 luglio 2016 – Sequestrata una struttura abusiva di noleggio sulla spiaggia demaniale davanti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *