Home / News / Ostia: spiagge libere senza assistenza dei bagnanti, tuffi vietati
ostia spiaggia

Ostia: spiagge libere senza assistenza dei bagnanti, tuffi vietati

E’ la prova della resa: stabilimenti sotto sequestro e spiagge libere senza assistenza per i bagnanti.

Quella del 2016 passerà alla storia come l’estate senza servizi e la conseguente distruzione di un’economia che dava lavoro per mesi a migliaia di persone, soprattutto ragazzi, impegnati nell’attività stagionale.
Così dopo le spiagge Spqr e Arca di Ostia, è iniziato a Capocotta e Castelporziano il posizionamento dei cartelli che indicano l’assenza di bagnini sulle spiagge libere del litorale. Avvisi destinati a popolare tutti i tratti d’arenile dove manca il servizio di salvataggio e sulle entrate dei Cancelli. Anche i servizi igienici di Castelporziano sono in fase di ripristino e, nel frattempo, i gestori dei chioschi hanno collocato dei bagni chimici a disposizione della clientela. Rimangono senza servizi igienici le spiagge di Capocotta dove gli ex gestori dei chioschi chiusi proseguono con l’autodemolizione delle strutture abusive. Autodemolizione invece ferma al chiosco del 4 Cancello di Castelporziano, l’ultimo rimasto intatto dopo che ad aprile 2015 le ruspe dell’amministrazione comunale avevano cancellato gli ampliamenti abusivi realizzati dagli altri 4 chioschi. ‎I gestori del chiosco, dopo la sentenza del Consiglio di Stato che lo scorso 20 maggio aveva respinto il ricorso presentato, hanno chiesto e ottenuto di procedere ‎all’autodemolizione che sarebbe dovuta concludersi entro una decina di giorni.

Fonte della notizia: http://www.corrierediroma-news.it/2016/06/07/ostia-litorale-bagnini-distrutta-leconomia-estiva-tuffi-vietati/

Cerca anche

Pres LEANDRO AGLIERI - GIUGNO 2016 2

Rinnovamento di Palocco: ‘Ultimo appello ai candidati Sindaco: sì sviluppo mobilità, stop cemento X Municipio’

Il Presidente Leandro Aglieri: “Alla vigilia del ballottaggio che deciderà colui o colei che sederà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *