Home / Attualità / Ostia, vigili in rivolta: 350 nuovi assunti, ma nessuno è stato assegnato a noi
ostia-vigili

Ostia, vigili in rivolta: 350 nuovi assunti, ma nessuno è stato assegnato a noi

Il comandante Giuliani: non hanno nulla di cui lamentarsi.

«Meno vigili urbani più buche: la somma non cambia». Firmato, gli agenti della municipale di Ostia. Che ridotti all’osso negli organici, iniziano l’anno nuovo con una dura contestazione e con l’astensione dal lavoro straordinario. Protestano con l’amministrazione comunale che, nonostante le gravi carenze di personale, non ha rimpinguato il gruppo Roma 13 con i nuovi assunti. Contestazione che il comandante Giuliani stigmatizza con durezza.

Dal 24 dicembre il Corpo dei vigili urbani di Roma ha 350 agenti in più. Nessuno di questi, però, è toccato al gruppo di Ostia, quello più malmesso tra i reparti territoriali della città. Così all’unanimità dell’assemblea e delle rappresentanze sindacali, gli agenti del litorale hanno dissotterrato l’ascia di guerra contro il Campidoglio e contro il loro comandante generale. «Abbiamo bisogno di almeno trenta unità – spiegano i delegati rsu Raffaele Paciocca e Oscar Bonvicini – Per un territorio di oltre 250 mila abitanti, che assolve alle funzioni di mare e di porto di Roma, contiamo in servizio 262 vigili. Un assurdo, soffriamo non solo durante l’estate quando c’è l’assalto alle spiagge e alla movida notturna ma anche per il resto dell’anno».

L’analisi è impietosa. «Nel 2003 – ricorda Antonio D’Ambrogio, delegato Cgil – in questo gruppo eravamo in 300. Adesso siamo in 262; di questi 113 sono over 50. Gli ultrasessantenni sono 30. Al totale vanno sottratti dieci colleghi con gravi patologie invalidanti, due distaccati e quattro assenti per maternità».

«Avevamo ricevuto ampie assicurazioni che sarebbero stati assegnati al nostro gruppo gli agenti che avrebbero potuto coprire il turnover degli ultimi tre anni – ricorda Stefano Moriggi del sindacato Csa -invece i nuovi assunti sono andati principalmente al gruppo intervento traffico Git e al gruppo sicurezza urbana Gssu. Questo comportamento sbugiarda gli amministratori locali: il mare di Roma che si dice di avere in grande considerazione, evidentemente, è solo uno slogan politico».

I numeri dell’attività dei vigili urbani di Ostia sono impressionanti. Il 2010 si è concluso con circa 3.300 incidenti stradali rilevati. Ci sono poi le verifiche nel commercio, le circa 700 contravvenzioni elevate per le deiezioni canine, la disciplina del traffico, le rimozioni, i controlli contro l’abusivismo edilizio. «Ci siamo fatti carico anche di compiti non strettamente d’istituto – aggiunge Paciocca – Mi riferisco ai servizi antiprostituzione, alla prevenzione incendi di Castelfusano, alla repressione del fenomeno lavavetri, all’applicazione dell’ordinanza antiborsoni e alla vigilanza sulle spiagge del regolamento balneare».

«I rappresentanti dei vigili hanno ragione – ammette il mini-sindaco, Giacomo Vizzani – Siamo sotto di almeno 50 unità, ne abbiamo rivendicati non meno di 20 tra i nuovi assunti e sono sorpreso che, invece, non ce ne sia stato assegnato neanche uno. Ne ho già parlato ad Alemanno e si è impegnato ad affrontare la questione con il comandante generale Giuliani. Effettivamente è uno smacco che ha anche valore politico: questo è il mare di Roma e non merita certo un tale comportamento da parte dell’amministrazione centrale».

«Il Gruppo di Ostia non ha nulla da lamentarsi – ribatte con fermezza il comandante Angelo Giuliani, in ferie – Dopo quello del Centro Storico ed il 10°, il 13° è il gruppo che conta più vigili. Le unità sono quelle che sono e io devo assegnare i nuovi assunti là dove servono e non a chi strilla di più».

Fonte notizia il Messaggero

Cerca anche

palestra scolastica

‘Palestre scolastiche. Appello al Sindaco Raggi: assicurare subito un nuovo bando per assegnazione alle Associazioni’. Questo l’appello del Comitato X Municipio – Mare di Roma

Ostia – “Riteniamo sia un fatto gravissimo, tanto sul piano sociale quanto su quello economico, …

3 Commenti

  1. Lollò Matta

    e a mia mamma l’hanno mandata in pensione…. potevano mandarla a ostia così avrebbe raddrizzato un pò tuti!

  2. Lollò Matta

    più che altro perchè in pensione nun se regge ^:^

  3. Ce ne vorrebbero de mamme come la tua….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *