Home / Cronaca / Per pagare i debiti rapinano tabaccheria

Per pagare i debiti rapinano tabaccheria

Due giovani romani incensurati sono stati arrestati dopo aver messo a segno un colpo in un  negozio a Casal Palocco. Incastrati dal racconto dei testimoni e dalle telecamere.

Hanno rapinato una tabaccheria per pagare i debiti. Due giovani romani incensurati sono stati arrestati a Ostia. Poco dopo le 12.20, una telefonata ha segnalato al 113 una rapina in una tabaccheria all’interno del centro commerciale di Casal Palocco, in via Ettore Colla. L. M., di 23 anni, fingendosi un cliente, era entrato nel negozio e aveva cominciato a giocare a videopoker, attendendo il momento migliore per passare all’azione. Quando tutti i clienti sono usciti, il ragazzo che faceva da ‘palo’ ha avvisato il complice che, con il volto coperto da una sciarpa e un cappello di lana, è entrato impugnando una pistola. I due hanno intimato alla titolare di consegnargli l’incasso e poi sono scappati confondendosi tra i clienti del centro commerciale. Arrivati sul posto, gli agenti del commissariato Lido hanno ascoltato alcuni testimoni e esaminato le immagini delle telecamere a circuito chiuso. Poco dopo un ragazzo è stato notato mentre camminava all’esterno del mercato rionale nei pressi del centro commerciale.
C. G., di 29 anni, è stato fermato e ha subito mostrato segni di nervosismo. Nelle tasche dei suoi pantaloni gli agenti hanno trovato 150 euro in banconote di piccolo taglio, la stessa somma che era stata rapinata e di cui il giovane non ha saputo dare spiegazioni plausibili. Inoltre il ragazzo era mancino proprio come il rapinatore, come riferito da alcuni testimoni. Dopo essere caduto in contraddizione più volte, incalzato dagli agenti, il 29enne ha ammesso le proprie responsabilità. L’arma usata per la rapina, una replica di una Beretta 84 priva del tappo rosso, la sciarpa e il cappello indossati per nascondere il volto sono stati recuperati in un campo vicino al centro commerciale.
Il complice è stato rintracciato nella propria abitazione ad Acilia e accompagnato in commissariato. E’ stato sottoposto a sequestro anche l’abbigliamento indossato dal giovane al momento della rapina. I due ragazzi, entrambi romani incensurati, sono stati arrestati per rapina aggravata in concorso. Si sono giustificati dicendo che avevano tentato il colpo perché stretti nella morsa di alcuni debiti. La refurtiva è stata riconsegnata alla titolare della tabaccheria.

Fonte notizia Repubblica

Cerca anche

crollo cabine Nuova Pineta

Ostia, allarme erosione dell’arenile: crollo cabine in seguito a mareggiata

Maltempo, onde e vento forte. Disagi non solo in città, con alberi caduti e difficoltà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *