Home / Cronaca / Pestato in spiaggia è in codice rosso
Pestato in spiaggia è in codice rosso

Pestato in spiaggia è in codice rosso

Quattro giovani facevano rumore ed erano stati redarguiti. Poi i pugni e i calci dei buttafuori.

Massacrati dai buttafuori sul litorale di Ostia. E’ in gravissime condizioni un ragazzo di 25 anni colpito a calci in faccia e alla testa mentre era a terra, tramortito. Il giovane è ricoverato al San Camillo in prognosi riservata. I carabinieri del colonnello Giuseppe La Gala hanno ammanettato uno degli assalitori, P. C., 39 anni, che lavora alla sicurezza dello stabilimento “La Spiaggetta”, un tratto di spiaggia libera attrezzata con lettini e ombrelloni che, di notte, funziona anche da bar e discoteca. Caccia aperta ad altre tre persone.

E’ accaduto verso le 2,30 della notte tra sabato e domenica. I quattro giovani erano seduti a un tavolino e si stavano esercitando nel fischiare “alla pecorara”, con le dita in bocca, un’esibizione che ha suscitato fastidio e proteste tra gli altri avventori. Il gestore li ha redarguiti e, successivamente, anche la barista ha chiesto loro di smettere. I quattro, secondo le testimonianze, hanno smesso di far rumore e, poco dopo, si sono alzati per andarsene. Mentre si avviavano verso l’uscita, però, sono stati affrontati da quattro uomini descritti come “palestrati e vestiti tutti uguali”. Il pestaggio è scattato immediatamente: un’aggressione brutale, a calci e pugni, che ha letteralmente travolto i quattro malcapitati.

Un ragazzo di 25 anni se l’è cavata con un pugno in faccia e 5 giorni di prognosi ma un suo coetaneo, finito a terra, è stato massacrato a calci in testa. Sconvolti, alcuni clienti hanno chiamato il 112. Quando i carabinieri di Ostia sono arrivati sul posto, dei quattro aggressori non c’era traccia e il gestore ha negato di avere assunto qualcuno per la sicurezza. Sono bastate alcune ore di indagini, però, per identificare e arrestare uno dei picchiatori. Gli altri hanno le ore contate.

Fonte notizia Repubblica

Cerca anche

crollo cabine Nuova Pineta

Ostia, allarme erosione dell’arenile: crollo cabine in seguito a mareggiata

Maltempo, onde e vento forte. Disagi non solo in città, con alberi caduti e difficoltà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *