Home / Ambiente / Pineta delle Acque rosse, prosegue la mobilitazione

Pineta delle Acque rosse, prosegue la mobilitazione

Continua l’iniziativa per chiedere la bonifica e messa in sicurezza dell’area verde di Ostia.

Contro il degrado e la mancanza di sicurezza che caratterizzano la pineta delle Acque Rosse, nel centro del Lido, prosegue la mobilitazione del Popolo di Roma e della Comunità militante di Ostia. Sabato 12 novembre, è stato allestito un gazebo in corso Duca di Genova all’angolo con via Aldobrandini, di fronte al bar Remondi,  per sottoscrivere la petizione popolare “Salviamo la pineta”, disponibile anche online. I promotori hanno chiesto che venga approvato un piano di bonifica immediata, una pulizia periodica e una sorveglianza della pineta per garantire ai cittadini di godere di questa area verde per troppi anni dimenticata grazie ad un adeguato
stanziamento di fondi. Nei giorni scorsi il gazebo è stato posto in via Vasco da Gama all’angolo con via Orazio Dello Sbirro. Tra le iniziative messe in campo per la riqualificazione della pineta,  anche una raccolta delle tante, troppe siringhe utilizzate dai tossicodipendenti che la frequentano da parte dei volontari di Scientology. “Occorre che l’assessore all’ambiente di Roma Capitale, Visconti, e l’amministrazione del XIII municipio, prendano coscienza di quanto la gente sia stanca di come
venga bistrattato un bene comune e dello stato di illegalità e di degrado in cui versa la pineta”. Carlotta Chiaraluce, portavoce locale del Popolo di Roma, sostiene l’iniziativa che segue al blitz nel corso del quale i volontari delle due associazioni richiesero la bonifica dell’area e l’abbattimento delle baracche. Delio Andreoli, responsabile della “Comunità militante di Ostia”, augura “una maggiore attenzione dell’amministrazione riguardo i problemi del territorio”. Il consigliere municipale PdL, Cristiano Rasi, che nel marzo scorso ha rassegnato le dimissioni da presidente della Commissione ambiente di via Claudio, sostiene la protesta.

Fonte della notizia Il Faro

Cerca anche

20150316_172824

Marsella (Casapound), giro con i residenti a Dragona tra degrado e insediamenti Rom

“Ieri pomeriggio, accompagnati da alcuni residenti, siamo stati a Dragona per documentare la presenza di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *