Home / Curiosità / Pista ciclabile di via Cristoforo Colombo: da 5 mesi l’abbandono

Pista ciclabile di via Cristoforo Colombo: da 5 mesi l’abbandono

I verdi denunciano il pericolo che corrono i ciclisti costretti a percorrere il centro della carreggiata.

Sono ormai più di cinque mesi che il cantiere per la costruzione della pista ciclabile sulla via Cristoforo Colombo è in completo stato di abbandono, con tutte le misure di sicurezza cadenti e non più a norma. Un pericolo soprattutto per i ciclisti, costretti a percorrere nel mezzo la corsia adibita al transito delle auto visto che il tratto recintato, a causa dei lavori, occupa quella porzione di asfalto che era stata usata come surrogato di una pista. A denunciare la situazione, diventata insostenibile, anche alla luce dell’investimento mortale in cui domenica scorsa ha perso la vita Paolo C. proprio sulla Cristoforo Colombo, Anna Catalani, coordinatrice della Federazione dei Verdi del XIII municipio e membro dell’Esecutivo Regionale. La costruzione della pista, iniziata nell’aprile del 2010, si sarebbe dovuta concludere il 15 ottobre di quest’anno, cosa che non è accaduta. Si tratterebbe di realizzare un tratto della lunghezza di circa 900 metri che dovrebbe riallacciarsi al già esistente tratto di 500 metri esistente in via del Circuito, all’interno della Riserva. Fino ad ora ne sono stati realizzati soltanto 20 metri: sono stati scaricati cumuli di terra per attuare il terrapieno nel tratto compreso da via Canale della Lingua al magazzino Priolo ma da cinque mesi il cantiere è fermo, oltre ad essere totalmente in abbandono. “Come se non bastasse”, spiega Catalani,  “questa situazione sta creando ulteriori pericoli per i ciclisti che si trovano a transitare nel mezzo della carreggiata. Noi Verdi”, prosegue, “da sempre favorevoli alla realizzazione delle piste ciclabili, siamo disponibili ad un tavolo di dibattito con l’amministrazione per trovare il modo migliore di realizzare, in economia, un circuito ciclabile che permetta di muoversi all’interno di Ostia, creando un’ottima alternativa al traffico diventato oramai insostenibile”. Secondo gli ambientalisti, il circuito cittadino si potrebbe allacciare ad altri esterni all’abitato collegando i diversi quartieri del  XIII municipio. I Verdi auspicano anche una “forte sensibilizzazione dei giovani, già iniziata nel territorio da alcune associazioni che hanno promosso nelle scuole elementari “Bike tour”, evento che promuove  l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto,  in favore di una mobilità alternativa”.

Fonte notizia il Faro

Cerca anche

Ostia: CasaPound contesta Virginia Raggi, sindaco usa entrata secondaria

Roma, 21 Ottobre 2016 – “Raggi sindaca degli sfratti agli italiani”, questo il testo dello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *