Home / News / Plinius preso d’assalto per l’accesso libero alle spiagge
ostia

Plinius preso d’assalto per l’accesso libero alle spiagge

Poco meno di un centinaio di attivisti hanno occupato pacificamente per qualche ora la riva del mare dello stabilimento Plinius distribuendo volantini ai bagnanti: “Colpiremo chi continua a chiedere il ticket d’ingresso”.

Forse un centinaio o poco meno, nella giornata di oggi hanno occupato per qualche ora la spiaggia dello stabilimento Plinius di Ostia, distribuendo volantini e informando i bagnanti sulla situazione delle spiagge: “E’ Un atto dimostrativo, siamo stanchi dgli stabilimenti privati” hanno detto. Gli attivisti di “Riprendiamoci le spiagge” hanno invaso il Plinius per rivendicare il libero e gratuito accesso alla spiaggia, armati di materassini, ciambelle e cartelloni sono partiti alle 12.30 dalla stazione Stella Polare della Roma-Lido e, sono entrati al Plinius rifiutandosi di  pagare l’illegittimo ticket che viene richiesto all’ingresso.

Hanno voluto denunciare la condizione in cui versa il mare di Roma, “dove le lunghe colate di cemento sono lo scenario di un litorale che si svende ai poteri forti della città. Il lavoro nero stagionale tocca la soglia del 70% e il bando spiagge targato Vizzani – Alemanno, rischia di svendere gli ultimi spazi che adesso sono gestiti dalle cooperative del territorio” si legge nel comunicato.

“Ai cittadini chiedono segnalazioni sugli stabilimenti che fanno pagare il biglietto d’ingresso – dichiara Fortunano Vicari di “Riprendiamoci le spiagge” – al prossimo giro colpiremo chi continua a chiedere il pagamento del ticket d’ingresso. Il peso  della crisi non può essere scaricato addosso a chi lavora tutto l’anno e vuole poter godere del mare della capitale. Le spiagge sono un bene comune e oggi c’è le siamo riprese”.

Cerca anche

Pres LEANDRO AGLIERI - GIUGNO 2016 2

‘Costruiamo Roma’: ‘Sindaco Raggi, disponibili a lavorare dopo anni di malgoverno: si parta subito!

Leandro Aglieri: “Prendiamo atto con piacere dell’invito rivolto dal neo Sindaco ai cittadini a dare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *