Home / Ambiente / Pulizia fai-da-te al Parco Manzù
Parco Manzu

Pulizia fai-da-te al Parco Manzù

Sos degrado a Parco Manzù. Contro la sporcizia e l’incuria che devastano i giardini inaugurati soltanto un anno fa in via Orazio Amato scende in campo l’Unione di centro del municipio XIII lanciando un’iniziativa a tutti i cittadini.

Domenica mattina tutti al parco dove si potrà partecipare, ramazze alla mano, ad una pulizia dell’area verde. Già nei giorni scorsi Giulio Notturni, responsabile UdC di Ostia, aveva denunciato  “l’insostenibile situazione” del parco. “Ci sembra a dir poco imbarazzante essere i soli a rimanere inorriditi di fronte ad una situazione di così evidente degrado e insicurezza”, aveva dichiarato Notturni, spiegando quanto fossero “stufi i cittadini, le famiglie e i bambini di trovare immondizia e  sporcizia”.
“Non credo che i cittadini meritino tutto questo: un’amministrazione responsabile non dovrebbe permetterlo”, aveva aggiunto Notturni, chiedendo spiegazioni e risposte all’assessore all’ambiente e al presidente del municipio.   Tersilio Benedetti, delegato alla sicurezza Udc del XIII, ha sottolineato  la pericolosità del parco circondato da una recinzione che, a causa dei continui atti vandalici, non può più fornire protezione e che in alcuni punti è stata danneggiata consentendo a chiunque di entrarvi anche di notte, con esiti disastrosi. Il parco era stato inaugurato a novembre dello scorso anno.  Al taglio del nastro erano presenti  Giacomo Vizzani, presidente del XIII Municipio, Giancarlo Innocenzi, assessore all’Ambiente del XIII Municipio, i bambini della scuola elementare “Piero della Francesca” che avevano “adottato” l’area verde, cittadini e molti consiglieri municipali.   “E’ un giorno di festa”, aveva affermato il presidente Vizzani: “consegniamo al locale Comitato di quartiere le chiavi di quest’area verde. Si tratta di un intervento provvisorio, in attesa di un piano più completo che mira alla valorizzazione e alla manutenzione delle aree verdi del territorio. Diamo un segnale importante all’entroterra”, aveva continuato Vizzani: “questo parco sarà  infatti a disposizione di tutta la cittadinanza a cominciare dagli anziani, che potranno passare qualche ora all’aria aperta, ai bambini che potranno giocarci, senza dimenticare i giovani. Per loro sarà un punto di aggregazione”.
“Abbiamo provveduto alla sistemazione delle aiuole e degli arredi”, aveva spiegato l’assessore Innocenzi, informando che “questo è solo il primo di una serie di giardini che andremo a riqualificare. Nel piano di manutenzione straordinaria delle aree verdi rientrano anche il Parco X Giugno di via Mar Rosso, il Parco Willy Ferrero di Piazza Gasparri, i giardini di Piazza delle Fiamme Gialle, quelli di via Aristide Carabelli e le aiuole spartitraffico di via Isole del Capo Verde”. Era intervenuto anche Luigi De Angelis, presidente del CdQ “Prato Cornelio”, ringraziando l’amministrazione per aver portato a termine l’opera. Gli alunni della scuola Piero della Francesca avevano festeggiato l’inaugurazione con uno spettacolo cui avevano assistito, oltre ai genitori ed agli insegnati, anche i consiglieri municipali Bonvicini, Salvemme, Spanò e Tassone e gli assessori Pallotta e Pace. Adesso si rimane veramente sconcertati nel constatare come gli hooligan, con i loro atti di teppismo, possano aver ridotto il parco. Anche se per l’Udc le responsabilità del degrado dilagante non sarebbero soltanto dei vandali.

Fonte notizia il Faro

Cerca anche

20150316_172824

Marsella (Casapound), giro con i residenti a Dragona tra degrado e insediamenti Rom

“Ieri pomeriggio, accompagnati da alcuni residenti, siamo stati a Dragona per documentare la presenza di …

2 Commenti

  1. Possibile che nessuno ponga rimedio al degrado di questo quartiere? Marciapiedi distrutti dai camion del mercato bisettimanale ma perchè nessuno li obbliga a mettere sotto i marciapiedi i furgoni e sopra le bancarelle? Abito qui da qualche mese ma sono molto pentita e pensare che mi lamentavo della pulizia del mio quartiere Eur e poi la fognatura che tutti i giorni fuoriesce dal tombino di Via Bonichi marciapiedi pieni di foglie e di escrementi e lascio alla vostra immaginazione quando piove!!!!!

  2. Abito a pochi passi dal Parco Manzù e vi transito spesso avendo 2 bambini molto piccoli. La causa maggiore di degrado è proprio la cattiva gestione e i mancati controlli nello svolgimento del mercato BISETTIMANALE. Mai provato ad addormentare un bebè al parco di martedì o giovedì mattina fra il vociare,la musica a tutto volume e i rumori dei generatori di corrente?Lasciate perdere…O a passeggiare e far giocare i bambini lì nel pomeriggio sempre di martedì e giovedì fra mulinelli di spazzatura?E la circolazione auto interrotta sempre per permettere di pulire dopo il mercato?(operazione che dura buona parte del pomeriggio e lascia comunque quasi sempre il prato del parco sporco forse perchè non è di competenza degli operatori ecologici in quel frangente??). E ancora: perchè fare un mercato bisettimanale a 10 metri da una scuola elementare pubblica che già da sola com’è ovvio alle 08.30 di mattina blocca tutta la circolazione delle numerose strade circostanti con centinaia di bambini e relativi genitori motorizzati?So per certo che i frequentatori di questo mercato accorrono da ogni dove, Casal Bernocchi,Dragoncello e persino Ostia: perchè non spostarlo in un punto meno nevralgico del quartiere dove ci sia posto per tutti: camion,parcheggi auto,bancarelle,venditori e acquirenti? Qualcuno è a conoscenza di un gruppo che si sta muovendo in questa direzione?Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *