Home / Sport / American Football / Roma, 26 maggio 2016: ‘EMOZIONE OLIMPICO 2016’, Legio XIII presente
Rappresentanti Legio

Roma, 26 maggio 2016: ‘EMOZIONE OLIMPICO 2016’, Legio XIII presente

EMOZIONE OLIMPICO 2016, LEGIO XIII PRESENTE

Bellissima giornata quella trascorsa ieri mattina 26 maggio dalla Legio XIII all’Olimpico di Roma in occasione della manifestazione “Emozione Olimpico 2016” organizzata dal CONI Lazio.
Tantissimi ragazzi, circa 5000 provenienti da tutte le scuole del Lazio, hanno risposto all’invito del CONI per vivere l’emozione per una volta di poter toccare il manto erboso dello Stadio Olimpico, dove solitamente giocano i propri beniamini di calcio della Roma e della Lazio. Ma questa volta, i ragazzi potevano provare numerose discipline sportive tra cui anche il Football Americano ed – immancabile ai grandi eventi – unica società a rappresentare questo sport la Legio XIII con una nutrita rappresentanza capitanata dal presidente Giacomo Tancioni e con lui alcuni giocatori e coach.
Una giornata di sport e di curiosità, dove la rappresentanza dei legionari è andata anche a far visita agli spogliatoi delle due formazioni calcistiche romane.

Importante per la Legio XIII “lavorare” nel sociale e divulgare il proprio sport nelle scuole ed ovunque sia possibile e proprio lo scorso 19 maggio, il presidente Giacomo Tancioni e il DS Marco Bozzarini, sono stati invitati come “ospiti” ed hanno partecipato all’incontro promosso da UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri a Roma per parlare di “Sport e Omofobia” (ndr, l’UNAR ha scelto quest’anno il mondo dello sport come ambito di azione e promozione in occasione delle celebrazioni dello scorso 17 maggio con la “Giornata mondiale contro omofobia e transfobia”). Durante la seduta, il direttore dell’UNAR, Francesco Spano insieme ai dirigenti di alcune società sportive LGBT, ha raggiunto un risultato importante su richiesta d’ufficio: di far introdurre nello Statuto del CONI l’orientamento sessuale tra le categorie che non possono determinare alcuna forma di esclusione o di discriminazione. Una occasione importante questa per la Legio XIII, che ha avuto occasione di presentare anche in questa sede ed alle varie associazioni presenti il progetto e la campagna promossa che la società sta portando avanti contro il bullismo e che ha già trovato la partnership di altre realtà del football americano non solo “made in Italy”: hanno aderito al momento dall’estero anche Carnuntum Legionaries, Bratislava Monarchs e i Sirmium Legionaries.
Settimana impegnativa per la società del presidente Tancioni che già sabato 28 maggio, proprio alla vigilia del match di ritorno contro i Barbari Roma Nord, parteciperà ad un altro appuntamento allo Stadio Nando Martellini di Roma alle Terme di Caracalla, la IV Edizione dell’SSFDAY: una giornata di sport per grandi e bambini organizzata dall’associazione “SPORT SENZA FRONTIERE” e il marchio sportivo DECATHLON.

© Ufficio Stampa LEGIO XIII Roma
27 maggio 2016

Cancanelli e Sambrock 2

bullismo teams

maglie emozione olimpico

UNAR

Cerca anche

stop bullying

STOP AL BULLISMO – STOP BULLYING: campagna promossa da Legio XIII Roma, Vivere da Sportivi e Fiamme Oro Rugby contro il bullismo

”STOP AL BULLISMO – STOP BULLYING, campagna promossa da Legio XIII Roma – Vivere da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *