Home / News / Roma, X Municipio: sabato CasaPound in sei piazze per dire no al referendum

Roma, X Municipio: sabato CasaPound in sei piazze per dire no al referendum

Roma, 25 ottobre – Sabato in sei piazze del municipio di Ostia per dire no al referendum del 4 dicembre.

Ad organizzare i gazebo ed un incontro serale dove saranno spiegate le ragioni del no sarà CasaPound Italia che scende in piazza in tutti i quartieri del X Municipio romano. Si inizierà la mattina con il primo gazebo che sarà allestito ad Ostia Antica, in piazza Gregoriopoli. Nel pomeriggio saranno allestiti gli altri cinque punti informativi: in piazza Anco Marzio ed in via delle Baleniere ad Ostia, in via Saponara ad Acilia, in via Gasbarra a Dragona ed in piazza Filippo il Macedone a Casal Palocco. Si terrà invece alle ore 20 preceduto da un’apericena l’incontro organizzato al circolo Idrovolante, punto di riferimento di CasaPound ad Ostia in via Pucci Boncambi 63. «Inizierà sabato – ha spiegato Luca Marsella – responsabile di Cpi sul litorale romano – la nostra campagna per il no nel territorio e per l’occasione invitiamo ogni nostro iscritto e simpatizzante ad unirsi al gazebo più vicino per quella che sarà una grande mobilitazione che riguarderà addirittura sei piazze diverse. Siamo certi – ha aggiunto Marsella – che la partecipazione all’iniziativa sarà oltre le aspettative».
«Voteremo no innanzitutto perché questo governo non dovrebbe neanche esistere – ha aggiunto Carlotta Chiaraluce, portavoce di CasaPound ad Ostia – e perché se vincesse il sí diventeremmo schiavi dell’Unione Europea scrivendolo nella Costituzione. Inoltre riteniamo la riforma del Senato una truffa: andrebbe cancellato ed invece – ha concluso Chiaraluce – verrà tramutato in un costoso passatempo per sindaci e consiglieri regionali».

vota-no

Cerca anche

Acilia, CasaPound riqualifica il parco di via Molteni

Roma, 19 Ottobre 2016 – “Questo pomeriggio una ventina di militanti di CasaPound Italia hanno …

Un commento

  1. Manco Gabriele

    Con gli ultimi eventi votare casapound e come darsi fuoco da soli…anche se Essere costretto a Votare per un consigliere come la di Pillo, non e di certo democrazia. In quanto a me non mi rappresenta e non é nemmeno una grillina dato che sta fuori da tutti i canoni per esserlo dopo quello che a dimostrato di non saper fare, nemmeno come porta voce della Raggi. Quindi e sinceramente un grande sforzo portarla in municipio, di certo non faro mai il suo nome. Quindi una grande X su Movimento 5 Stelle “sempre” e se proprio devo mettere un nome preferisco mettere lui ENRICO SARAZZI, senza donne dato che non ce né nemmeno una che mi piaccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *