Home / Curiosità / Romina Olivi e Debora Russo da Ostia: non chiamateci coatte ma borgatare
debora-e-romina

Romina Olivi e Debora Russo da Ostia: non chiamateci coatte ma borgatare

E alla fine le hanno ritrovate: le due coatte di Ostia si chiamano Debora Russo e Romina Olivi. Ecco il nuovo video, con tanto di intervista, da Youtube.

Eccole, le hanno trovate, le due coatte di Ostia che tanto hanno fatto parlare, negli ultimi giorni, politici, attori e giornalisti, finalmente ora le possiamo chiamare per nome: Debora Russo di Villanova di Guidonia (15 anni) e Romina Olivi di Santa Maria delle Mole (17 anni). A seguito di un lavoro investigativo davvero ammirevole, le ragazze sono state rintracciate nuovamente da Sky sulle spiagge di Ostia, dove sono puntualmente tornate per un po’ di sole e qualche doccetta.

Capelli sciolti sulle spalle, giganteschi cerchi ai lobi e bikini nero: Debora e Romina, alle domande dell’inviato Nicola Veschi, il loro talent scout, hanno risposto con la solita spontaneità, raccontando di aver vissuto l’ultima settimana da vere dive. Giornalisti, pagine fan su Facebook, commenti positivi e critiche amare, persino un remix della loro prima intervista, insomma il successo le ha travolte dopo aver pronunciato la frase magica: er calippo e na birra.

Anche Il Messaggero ha pensato bene di rivolgere loro qualche domanda, scoprendo dettagli in più sulla loro vita privata: non sono fidanzate (a parte qualche impiccio), girano sempre con i mezzi pubblici, sono tifose della Roma ma, soprattutto, non chiamatele coatte. Romina tiene, infatti, a chiarire: “Noi non siamo coatte, al massimo siamo borgatare. Parliamo così, ma perché gli altri, che adesso fanno tutti i precisini, come parlano ?”, concetto ribadito anche da Debora: “Io so’ fatta così, so’ spontanea. Quando fa caldo dico che sto a fa la colla, oppure che me stanno a schiuma’ le ascelle. E allora? Pure la professoressa d’italiano, a scuola, mi dice di stare tranquilla e di parlare come mi viene. E poi, dopo che gli ho risposto, mi chiede di tradurre”.

Con buona pace del sindaco di Ostia Giacomo Vizzani, e con probabile soddisfazione di Carlo Verdone, che le ha difese a spada tratta, eccovi presentate Debora e Romina: chissà che davvero non si realizzi il loro sogno.

Quale? Ovviamente entrare nel mondo dello spettacolo.

Fonte notizia Donna FanPage

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *