Home / Curiosità / Sabato 27 Ottobre 2012 ore 13.00 Alemanno Inaugura il Polo Espositivo Ex (de)Pò
BodyPart (1)

Sabato 27 Ottobre 2012 ore 13.00 Alemanno Inaugura il Polo Espositivo Ex (de)Pò

Una straordinaria esposizione di Mosaici Romani curata da Zetema darà inizio alle attività culturali del nuovissimo polo espositivo di Roma – Ex(de)Po’. Primo esempio in Italia di polo espositivo pubblico realizzato in Project Financing. è stato realizzato con un investimento privato di 9,5 milioni di Euro dalla Società Sa. Pro. Edilrestauri 85 srl di Antonello e Pierluigi Properzi su progetto dello studio Structura. Una sessione parallela di arte contemporanea con opere di Dario Imbò e Paola Romano completerà il calendario delle prime settimane di attività.

Una Poseidonia contro L’erosione culturale della periferia.
Apre ad Ostia il primo polo espositivo di cintura di RomaUna straordinaria esposizione di Mosaici Romani curata da Zetema darà inizio alle attività culturali del nuovissimo polo espositivo di Roma – EX[de]PO’. Primo esempio in Italia di polo espositivo pubblico in Project Financing è stato realizzato con un investimento privato di 9,5 milioni di Euro dalla Società Sa. Pro. Edilrestauri 85 srl di Antonello e Pierluigi Properzi su progetto dello studio Structura. Una sessione parallela di arte contemporanea con opere di Dario Imbò e Paola Romano completerà il calendario delle prime settimane di attività. EX[de]PO’ è stato realizzato in appena due anni dopo un complesso iter amministrativo e una eccezionale opera di bonifica ambientale che si è resa necessaria perché il sito, un ex deposito dell’ Atac, era fortemente inquinato da idrocarburi. Costole metalliche verdi avvolgono il volume divenendo elemento simbolico che “così come la poseidonia resiste alla forza erosiva del mare, EX[de]PO’ costituisce un baluardo contro l’erosione culturale della società” dichiara Andrea Pozzi di Structura. “E’ un evento storico per Roma, per la prima volta Ostia e la periferia della città entra stabilmente nel circuito museale di Roma, una grande scommessa affrontata con coraggio dalla Sa.Pro. con BCC, Icrea Banca Impresa e Studio Legale Di Zitti”dichiara Antonello Properzi che aggiunge ”abbiamo costituito una società di scopo la Exdepò che gestirà per 38 anni il polo espositivo e 88 anni le attività commerciali. Auspichiamo che altri imprenditori, ora che il grosso del lavoro è fatto e la scommessa vinta, vogliano partecipare. Abbiamo ancora da offrire ottime opportunità di investimento”.

Cerca anche

Ikea - Kallax

Kallax: nuova linea di scaffali Ikea

Dopo l’enorme successo delle librerie Expedit, che, insieme a Billy e Kötbullar, sono entrate a …

Un commento

  1. Alemanno, e Vizzani inaugurano Ostia Ex (de) Pò
    Cosa si aggira in questa costruzione aumma aumma ? Perché è stato utilizzato un terreno pubblico per la costruzione di un centro commerciale con dei miseri garage e parcheggi a pagamento? Perché una struttura che è un atto terroristico all’urbanistica è stata realizzata al centro di Ostia ? Perché un polo museale che dovrebbe essere gestito dal comune è in mano a dei privati con finanziamenti pubblici? Perchè portare dei mosaici in questo spazio di un centro commerciale dove il centro, chiamiamolo espositivo, verrà utilizzato come specchietto per le allodole? I mosaici non erano meglio lasciarli ad Ostia Antica ed esporli in modo da dare la vera lettura dell’opera a chi vuole visitare un pezzo di storia? Tutto questo necessita di spiegazioni soprattutto sull’utilizzo di soldi pubblici per delle manifestazioni inutili di propaganda pre elettorale perché ad Ostia c’è tanta gente con un pizzico di intelligenza. Quando Zètema farà le sue mostra e meglio che si cerchino gli sponsor…….L’assessorato ha con Zetema un contratto di servizio per questa struttura, di cento mila euro l’anno”. Sui costi di gestione dello spazio, Antonello Properzi amministratore unico della società Ex (de) Pò spiega: “Abbiamo con Zetema un contratto di servizi di 6.600 euro più iva al mese che include un sofisticatissimo sistema d’allarme, la manutenzione degli impianti e le pulizie”. Zetema che si occuperà della programmazione e dei servizi base del museo sta definendo il calendario delle esposizioni.
    “La nostra idea – spiega Renata Sansone di Zetema – in accordo con Roma Capitale e con l’assessore Bordoni, è di fare in questo spazio, una programmazione che veda una volta l’anno una grande mostra di carattere archeologico, vista la vicinanza di Ostia Antica, e delle mostre fotografiche, di moda, di design e legate al territorio che allarghino il target il più possibile e richiamino molte persone. Per l’inaugurazione abbiamo scelto i mosaici perchè Ostia Antica è il sito archeologico europeo che ha più mosaici in loco. Visitando la mostra si ha la possibilità di avere più chiavi di lettura per visitare poi gli scavi di Ostia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *