Home / News / Salis: “Gli asili? Un problema da risolvere! Al via la campagna ‘L’asilo che vorrei’”

Salis: “Gli asili? Un problema da risolvere! Al via la campagna ‘L’asilo che vorrei’”

La candidata di Centro democratico per il centro-sinistra alle prossime elezioni del municipio X, (ex XIII): “Lancio subito un appello al nostro candidato sindaco Ignazio Marino affinché, una volta eletto, risolva alla radice questa emergenza che penalizza il mondo femminile”.

asiloGli asili? E’ un problema che deve essere immediatamente affrontato e risolto. Non si può più aspettare. Abbiamo assolutamente bisogno di asili per i nostri bambini che ogni anno, a centinaia, restano fuori dalle liste d’attesa delle strutture del nostro territorio. Per questo lancio subito la campagna ‘L’asilo che vorrei’, rivolta sia agli operatori pedagogici che alle famiglie, e contemporaneamente lancio un appello al nostro candidato sindaco di Roma, Ignazio Marino, che martedì 23 aprile sarà ad Ostia, a piazza Tor San Michele, affinché da subito, quando sarà eletto, provveda a risolvere questo problema alla radice.
 La mancanza di strutture, indegna di un paese civile, crea anche infiniti problemi alle donne, mogli e madri. Risolvere questo problema significa sostenere concretamente il mondo femminile. Abbiamo pertanto bisogno che il senatore Marino si occupi subito di dare risposte ai nostri bambini, i futuri cittadini, adoperandosi per affrontare e risolvere quella che nel Decimo è diventata una vera e propria emergenza.
Lo dichiara Patrizia Salis, capolista di Centro democratico e candidata del centro-sinistra alle elezioni per il municipio X, (ex XIII), di Roma Capitale, a margine della presentazione del progetto rivolto alle famiglie ‘Artbook, Vivere momento per momento’ al Teatro Stabile di Ostia antica. L’iniziativa si concluderà nel mese di luglio con l’esposizione dei lavori al museo delle arti del XXI secolo MaXXI.
“Attraverso la campagna ‘L’asilo che vorrei’ i genitori ed il personale delle scuole potranno, tramite la compilazione di questionari appositamente predisposti, esprimere il proprio parere, dando un contributo e suggerimenti sul tipo di struttura ritenuta più idonea alle proprie esigenze”, spiega l’esponente politica. “Dopo aver raccolto i dati emersi dai diversi questionari, disponibili su richiesta al mio indirizzo di posta elettronica  patriziasalis64@tiscali.it, li sottoporrò direttamente al sindaco: saranno indicazioni preziose delle quali il primo cittadino dovrà necessariamente tener conto”.
“La campagna è l’occasione per risolvere tutti insieme un problema. Questo rappresenta bene il concetto di ‘Libertà è partecipazione’ in cui credo. Ovvero, basta alle sterili lamentele sì all’azione  Per quanto riguarda poi la specifica materia, ritengo che per asili nido e  scuole materne  vada innanzi tutto rivista la normativa, attualmente troppo restrittiva. E che vadano valutate anche delle proposte ‘alternative’, come i tages-mutter, e la messa a disposizione di spazi pubblici oggi non utilizzati. Per favorire l’imprenditoria giovanile e combattere la disoccupazione è necessario semplificare l’attuale normativa , conclude Patrizia Salis.
Info: Patrizia Salis 339.3623138,
Ufficio stampa

Cerca anche

Ostia: CasaPound contesta Virginia Raggi, sindaco usa entrata secondaria

Roma, 21 Ottobre 2016 – “Raggi sindaca degli sfratti agli italiani”, questo il testo dello …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *