Home / News / Sanità, all’ospedale di Ostia arriva il ‘separatore cellulare’
ospedale grassi

Sanità, all’ospedale di Ostia arriva il ‘separatore cellulare’

Anche Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio ha preso parte questa mattina alla consegna del separatore cellulare al reparto di ematologia dell’Ospedale Grassi di Ostia.

E’ stato inaugurato nel centro trasfusionale dell’ospedale Grassi di Ostia il nuovo separatore cellulare per la donazione del plasma e delle piastrine. Il macchinario di piccole dimensioni e trasportabile, preleva il sangue con un singolo ago (flusso discontinuo), e permette tutti i tipi di aferesi. La procedura di aferesi permette di adattare la donazione alle caratteristiche fisiche del donatore. “Il separatore cellulare, preso in affitto dalla Asl RmD – ha spiegato Generoso Alfano, primario di Ematologia del ospedale Grassi – permette con una sola donazione di essere utile da 3 a 6 pazienti”. Anche Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio ha preso parte questa mattina alla consegna del separatore cellulare al reparto di ematologia dell’Ospedale Grassi di Ostia.

“Uno strumento importantissimo – ha commentato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio – che consente un’ottimizzazione delle risorse ematiche. Un atto di buona amministrazione a favore di uno dei reparti più delicati dell’ospedale Grassi di Ostia, quello dell’ematologia che insieme a tanti altri rappresenta il fiore all’occhiello della sanità del nosocomio lidense”. A prendere parte all’evento, che ha visto la partecipazione del Sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno, anche gli Assessori Lodovico Pace e Amerigo Olive, da sempre vicino all’associazione Amici del Centro Trasfusionale del Reparto di Ematologia dell’ospedale Grassi di Ostia e al suo presidente Stefania Zoppis, e il Presidente del Consiglio del XIII Municipio, Adriana Vartolo.

Fonte notizia Romatoday

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *