Home / News / Sgombero pineta Acque Rosse di Ostia: 40 le baracche abusive
Polizia

Sgombero pineta Acque Rosse di Ostia: 40 le baracche abusive

Roma, 14 gennaio 2016 –  Da ieri è in corso lo sgombero di un insediamento abusivo instauratosi a Ostia nella pineta delle Acque Rosse, dove vivevano, secondo l’ultimo censimento effettuato, una quarantina di persone di nazionalità romena e bulgara.

All’inizio dell’operazione interforze, coordinata dal Commissariato Lido e svolta da squadre di Polizia, Carabinieri, Polizia Locale di Roma Capitale e Guardia di Finanza con i rispettivi reparti a cavallo (una settantina di agenti complessivamente), sul posto erano presenti una decina di persone maggiorenni che si sono allontanate spontaneamente. Circa 40 le baracche rinvenute nell’area e demolite. Il prosieguo delle operazioni di bonifica, preso in carico dalle unità dell’Azienda Municipale Ambiente, verrà da queste portato a termine nel giro di qualche giorno. Nella medesima area sono stati inoltre trovati quattro veicoli tra cui un furgone in stato di abbandono.

Per permettere lo svolgimento delle operazioni è stato chiuso al transito un tratto di via di Acqua Rossa. Nei prossimi giorni delle pattuglie si occuperanno di sorvegliare la zona per evitare che venga rioccupata.

Oggi è stata invece la volta di Via degli Atlantici, a pochi metri da un accampamento rom abusivo nella zona dell’Idroscalo di Ostia, dove i volontari di CasaPound Italia ed alcuni titolari di attività della zona si sono impegnati nella riqualificazione di una discarica abusiva ivi situata.

Fonte della notizia: Corriere di Roma

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *