Home / Cronaca / Si sente male a festa di Halloween Questore sospende licenza al locale
halloween

Si sente male a festa di Halloween Questore sospende licenza al locale

Il questore Tagliente ha firmato il decreto di sospensione per 15 giorni della licenza per ordine e sicurezza.

ROMA – Una ragazza di 17 anni, durante una festa organizzata ad Ostia in occasione di Halloween si è sentita male ed è stata portata al pronto soccorso dell’Ospedale Grassi e ricoverata in gravi condizioni per aver ingerito un pericoloso cocktail di droghe. L’episodio è avvenuto sabato scorso e gli agenti del commissariato di Ostia, diretti da Antonio Franco, hanno avviato una serie di indagini. Oltre ad ascoltare i testimoni ancora presenti alla festa, sono scattati tutti i controlli per accertare la provenienza dello stupefacente ingerito dalla ragazza.

RISSA E BOTTE – Inoltre, gli investigatori della Polizia Amministrativa, diretti da Edoardo Calabria, hanno esteso il controllo al locale, ascoltando il gestore sulle le modalità organizzative dell’evento. La stessa sera, inoltre, i poliziotti erano dovuti tornare sul posto della festa perchè era stata segnalata una rissa, per poi riscontrare che si era trattato di una tentata rapina. Un ragazzo con evidenti segni di colluttazione e in stato di ebbrezza, infatti, ha poi raccontato agli agenti che poco prima nel parco accanto al locale dove si stava svolgendo la festa alcuni giovani l’avevano picchiato per rubargli il portafoglio. Lo stesso poi si era recato al Pronto soccorso per un controllo. Alla luce dei fatti accaduti, il Questore di Roma Francesco Tagliente, a conclusione dell’istruttoria della Polizia Amministrativa ha firmato ieri il decreto per la sospensione di 15 giorni della licenza del locale per esigenze di ordine e sicurezza pubblica.

Fonte notizia AdnKronos

Cerca anche

Giardini romani di Villa Adriana

Giardini con storia: dall’Antico Egitto alle rappresentazioni moderne

Il giardino è associato agli esseri umani dalle prime civiltà, anche se le sue funzioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *