Home / Roma News / Simone Barraco vince i Bmx Wild Games 2010 a Roma
Street_Expert_Podium

Simone Barraco vince i Bmx Wild Games 2010 a Roma

E’ il genovese Simone Barraco, detto “Kid”, il campione indiscusso dei BMX Wild Games 2010 di Roma.

Di fronte ad un numerosissimo pubblico, Simone ha dato una grande prova delle sue capacità tecniche spiccando come il migliore fra i quasi 50 partecipanti provenienti da tutti Italia, dalla Francia, Germania ed Inghilterra. I BMX Wild Games sono stati acclamati dagli addetti al settore presenti come il miglior evento della stagione.

Simone “Kid” Barraco ha iniziato bene la giornata vincendo la gara pomeridiana di Bunny Hop (salto in alto) battendo in finale uno degli atleti internazionali invitati, il fortissimo Bruno Hoffman. Dopo questo primo podio, Simone ha conquistato anche il gradino più alto del main event di questa manifestazione, la gara di Street nella categoria “Expert”.  Lo hanno seguito sul podio il francese Arthur Dietrich ed il veterano della scena italiana, Fabio Limonta, che in ogni sua prova è sempre riuscito a coinvolgere il pubblico presente con interpretazioni assolutamente personali ed inedite del tracciato. Nella gara di Flatland si è distinto Benjamin Ramirez, proveniente da Bergamo ma di origine Peruviana. Il vincitore del Monster Best Trick, una prova speciale svolta al termine della gara di street nella bowl, ha visto la vittoria diFilippo Ferri, giunto nella capitale dopo un lungo viaggio da Rimini, ma tornato a casa con 500€ di più grazie alla miglior manovra della giornata: un Back Flip Rock to Fakie.  La giuria era composta dai pro invitati Bruno Hoffman dalla Germania ed Harry Main, inglese del team Monster International.

Come era stato annunciato da tempo, per l’occasione dei BMX Wild Games il Cinetown Skatepark  è stato trasformato in un set di uno Spaghetti Western con cactus, bufali, balle di fieno e tende indiane, staff vestito da sceriffi mentre i bikers, inevitabilmente, vestivano i panni dei fuorilegge. La complessa scenografia costruita dallo staff dell’associazione sportiva “Made at Home”, ed i 50 concorrenti provenienti da tutta Italia, hanno allietato il numerosissimo il pubblico intervenuto alla manifestazione fin dalle prime ore della mattina, mostrando il volto di una disciplina non ancora molto diffusa in Italia. Per l’occasione  è stata anche allestita un’area espositiva dove note aziende del settore hanno esposto le ultime novità in fatto di BMX ed accessori.

Classifica Street – Categoria Expert
1° Simone Barraco (Genova)
2° Arthur Dietrich (Francia)
3° Fabio Limonta (Bergamo)

Classifica Street – Categoria Beginners
1° Elia Bedosti
2° Edoardo Botti
3° Nicolay Popov

Monster Best Trick: Filippo Ferri (Rimini) con Back Flip Rock to Fakie
Vincitore gara di Bunny Hop (salto in alto): Simone Barraco (Genova)
Vincitore Gara di Flatland: Benjamin Ramirez (Perù)

Suddivisione Montepremi
Street Contest, Categoria Experts: 1° 1.000€, 2° 650€, 3° 450€
Street Contest, Categoria Beginners:  1° bici completa Kinke Bike Co + 100€, 2° 200€, 3° 100€
Monster best trick: 500€

I BMX Wild Games sono stati organizzati da Hood BMX e Made at Home, fuelled by Monster Energy Drink, supportati da Didi Sport, Kink Bike, Cream Magazine, The Spot, Skull Candy, DC, Oakley, WsC Films di Stefano Federici, Immaginando Photo di Marco Rosati, Moreno Buzzi photographer, patrocinati dal Municipio di Roma Cinecittà e dal CONI.

Le foto in alta qualità sono disponibili al seguente link:

www.snowpark.it/xtransfdata/wildgames/BMXWildGames2010_PR4.zip

Un Tv-feed è già disponibile qui:

www.snowpark.it/xtransfdata/wildgames/BMX-WildGames_TVFeed.mp4

Il video completo dell’evento sarà disponibile entro pochi giorni.

A Presto

Contatti
Official Website: www.bmxwildgames.it
Per iscrizioni:  info@bmxwildgames.it –  mobile 0039.335.323705
Ufficio Stampa e PR:  Marco Sampaoli – marco@snowpark.it – mobile 0039.340.3285569

Cerca anche

bambino_corridoi_umanitari

Profughi, arrivati altri 81 con i ‘corridoi umanitari’ – L’appello di Impagliazzo (Sant’Egidio): ‘Altri Paesi europei adottino questo modello di sicurezza e integrazione’

Profughi, arrivati altri 81 con i “corridoi umanitari” Questa mattina a Fiumicino grazie al progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *