Home / News / Tagli sanità, crisi all’Ospedale Grassi di Ostia

Tagli sanità, crisi all’Ospedale Grassi di Ostia

Il Dottor Sebastiano Sciuto, Primario di otorinolaringoiatria dell’Ospedale Grassi, avvisa che anziani e bambini non potranno piu’ essere operati nel suo reparto. Pazienti dovranno rivolgersi ad altre strutture.

Da ieri all’ingresso del reparto otorinolaringoiatria dell’Ospedale G.B. Grassi di Ostia un enorme cartello avvisa che a partire dal 1 giugno, in ottemperanza a quanto stabilito dal Decreto Regionale del Commissario ad acta N.80/210 per il contenimento della spesa sanitaria in quel reparto sarà impossibile effettuare tutti gli interventi per i quali è necessario il ricovero per la prima notte dopo l’operazione. Pertanto non verranno più effettuate tonsillectomie in bambini e in adulti, e tutti gli interventi più delicati su pazienti fragili o anziani. “Ho sentito il dovere morale di informare chi si rivolge a noi – spiega Sebastiano Sciuto, primario del reparto di otorinolaringoiatria dell’ospedale G. B. Grassi di Ostia – del perchè si troverà di fronte ad un rifiuto. Rifiuto non motivato dall’impossibilità del reparto di effettuare delle prestazioni ma da una logica che, seppur motivata dalla giusta esigenza di risparmiare, di fatto nel mio reparto non risparmia nulla ma penalizza solo le fasce più deboli della popolazione. Con l’attuazione  del provvedimento saranno infatti per lo più anziani e bambini a farne le spese, dato che sono loro ad aver bisogno di passare la notte in ospedale dopo essere stati sottoposti ad un intervento chirurgico. Voglio sottolineare che questo provvedimento non farà risparmiare risorse o denaro alla struttura sanitaria visto che tutto il reparto sarà comunque impegnato nello svolgere le operazioni di sempre sugli altri pazienti. Mi auspico – chiude Sebastiano Sciuto in un nota diffusa a mezzo stampa – che chi di dovere, valutando la possibilità di una diversa organizzazione, riformuli il provvedimento garantendo così a tutti i cittadini di ostia, anziani e bambini compresi, la possibilità di essere curati”.

Fonte notizia Romatoday

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *