Home / Cronaca / Uccise donna a martellate. Pena ridotta a Romeno
violenza-donna

Uccise donna a martellate. Pena ridotta a Romeno

Uccise a martellate la sorella della sua ex compagna. All’assassio, Florin Ovidiu Covaci, romeno di 31 anni, è stata ridotta la pena da scontare. Non 16 ma 14 anni: questa la decisine presa in secondo grado dai giudici della prima Corte d’assise d’appello di Roma. Covaci è accusato di omicidio aggravato dalla crudeltà per aver ucciso la suavittima a martellate. Fu lo stesso Covaci, la sera del 15 giugno del 2009, a confessare l’omicidio. La donna, 23 anni (anch’ella romena), era stata ricoverata in gravissime condizioni all’ ospedale Grassi di Ostia con il cranio sfondato a martellate. All’origine della tragica aggressione, secondo le indagini compiute all’epoca, c’era stato un litigio nato all’interno di un appartamento di via Domenico Baffigo, ad Ostia, per motivi di gelosia ma anche economici. In pratica, Covaci, che non voleva rassegnarsi alla fine della relazione con la sua compagna, si era recato nell’abitazione e, precipitatosi in camera da letto, aggredì a colpi di martello la sorella della sua ex donna. Il romeno inizialmente fu sottoposto a stato di fermo; durante un lungo interrogatorio, però, confessò e fu arrestato per omicidio volontario aggravato. Processato con il rito abbreviato, il 4 novembre 2009 fu condannato a 16 anni di reclusione dal gup di Roma, Rosalba Liso. L’allora pm Pietro Pollidori ne aveva chiesto la condanna a 14 anni di carcere; gli stessi cui è stato adesso condannato in appello.

Fonte notizia Leggo

Cerca anche

crollo cabine Nuova Pineta

Ostia, allarme erosione dell’arenile: crollo cabine in seguito a mareggiata

Maltempo, onde e vento forte. Disagi non solo in città, con alberi caduti e difficoltà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *