Come calcolare il prezzo dell’oro usato

Tutti noi, abbiamo nei cassetti degli oggetti d’oro che usiamo raramente. Si tratta di gioielli ricevuti in occasione di eventi importanti come battesimi, comunioni o regali di fidanzamento. A volte capita che con il passare del tempo, questi gioielli passino di moda o risultino regali sgraditi. Nonostante il loro elevato valore, finiscono per restare anni chiusi all’interno di un cassetto. Se hai deciso che è giunto il momento di vendere i tuoi preziosi,  la prima cosa da capire è il giusto valore dell’ oro al grammo.

L’oro, insieme all’argento, al platino e al palladio, fanno parte dei metalli nobili. Questi non vengono corrosi dagli acidi, non si ossidano e sono considerati preziosi in quanto sono rari da trovare. Nel momento in cui vengono lavorati, devono essere uniti a altri metalli in quanto sono molto duttili. È molto importante dare il giusto valore al prezzo dell’oro usato, tenendo presente varie caratteristiche che andremo ad elencare in questo articolo.

L’oro usato all’interno delle gioiellerie

L’oro usato solitamente è formato da una lega a 18 carati, ossia di una lega formata da 750 parti d’oro su 1000. Raramente si trova con un titolo maggiore in quanto essendo molto malleabile l’oro puro è difficile da lavorare.

Per ottenere la quotazione esatta del prezzo dell’oro usato è importante consultare i giusti portali, in questo caso OroLive, uno dei compro oro più rinomati di Roma, offre sempre una quotazione del metallo aggiornata in tempo reale che è molto utile per stimare il valore dei propri preziosi.

Secondo la legge, sopra ogni oggetto prezioso deve essere presente un marchio che prende il nome di punzonatura, un simbolo che sugli oggetti in oro ed è in forma esagonale e al cui intero viene inserito un numero che ne indica la percentuale di metallo prezioso ed il fabbricante. In caso di vendita se questo non è presente oppure il numero non si riesce più a leggere, si ricorre alla prova dell’acido nitrico.

Questo è un test molto semplice da effettuare ed è possibile acquistare il kit online per riuscire ad eseguirlo. Se non si desidera seguire questo percorso, è possibile affidarci ad un esperto del settore della compra vendita di oro che sarà in grado di farci una valutazione molto accurata.

Come capire la quotazione dell’oro

Nel momento in cui si conosce la quotazione del giorno dell’oro puro, attraverso una proporzione si potrà definire in modo molto semplice, il valore dell’oro e di ogni oggetto che desideriamo valutare. È molto importante prendere in considerazione tutti i metalli che costituiscono la lega e la presenza di eventuali pietre o di ogni cosa che è stata messa per decorare il gioiello. Si tratta di stime che potranno essere fatte in modo preciso solo da un professionista e non da un privato che non riuscirà mai a fare un calcolo preciso.

Molti sono i siti su cui è possibile controllare la quotazione di questo metallo. Potrebbe sembrare una cosa difficile da fare anche se in realtà non lo è affatto. In caso di dubbi, è possibile rivolgersi ad un‘ azienda come la sopracitata OroLive che sarà in grado di fornire una valutazione seria, affidabile e soprattutto aggiornata in quanto, la quotazione dell’oro è un valore che varia di giorno in giorno.

About Marina Gian Nardone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.