Silenzio in sala con Risi e Amendola, ospiti alla prima de “Il Cinema in Piazza” a Ostia

Dopo le arene di San Cosimato e Cervelletta, l’associazione Piccolo America torna a Ostia per la sua terza edizione de “Il Cinema in Piazza”, inaugurata con Marco Risi e Claudio Amendola nella serata di sabato 18 luglio al Porto Turistico di Roma. Il calendario pieno di proiezioni, incontri e rassegne, da quella dedicata ad Agnès Varda, passando per Checco Zalone, Aldo Giovanni e Giacomo e i Classici Disney e Film d’Animazione, durerà fino a domenica 23 agosto e ha visto lo schermo accendersi con un omaggio a Marco Risi e con un doveroso riconoscimento al territorio. Il regista ha introdotto i suoi film “Mery per Sempre” (1989) e “Ragazzi Fuori” (1990), presentati al pubblico insieme a Claudio Amendola, Mauro Marchetti e Massimo Spano, accolti in platea da Pedro Armocida. Le pellicole firmate da Risi hanno raccontano al pubblico tutto il disagio di una generazione che si confronta con un territorio ostile e un’istituzione assente. I due titoli sono connessi tra loro, in quanto il secondo film, “Ragazzi Fuori”, ritorna sulla vita dei giovani personaggi conosciuti nel primo, “Mery per Sempre”. Dopo i saluti di rito e il benvenuto della platea, il regista esprime parole di vicinanza per la manifestazione, <<Quello che sta facendo il piccolo America, lo sappiamo. Ormai sono anni. C’è stato un momento difficile, anche recentemente, ma sembra che l’hanno superato molto brillantemente!

So che ci sono stati anche quelli che hanno tentato di mettere i bastoni tra le ruote, per interrompere. Io ancora non ho capito bene il perché se è una cosa così bella: riunire delle persone davanti ha uno schermo e quindi creare questa aggregazione. È così bello vedere un film con altra gente che non si conosce, stare vicino a qualcuno e condividere questa emozione  è una cosa che manca molto,
ad esempio in questo tempo che sono state chiuse le sale. Per cui io sono con loro in questa battaglia, ormai mi sembra vinta, tranquilla e senza nessuna rivendicazione. Mi piace tutto quello che fanno, quello che hanno fatto a San Cosimato, quello che fanno qui, quello che faranno con la sala Troisi a Roma e quindi ben vengano queste iniziative>>
, dichiara Marco Risi seguito da Claudio Amendola, che aggiunge: <<In questo tipo di arene si trovano i veri appassionati di cinema, perché stare quaranta minuti seduti per terra a sentire noi che parliamo e poi vedersi due film, vuol dire proprio che uno ha il piacere di stare qua, ha piacere di farlo. Perché mi ricorda Massenzio, noi siamo tutti cresciuti con Massenzio. Lì ho imparato cosa volesse dire la socializzazione del cinema, perché c’erano schermi e quattro film diversi, insomma… Era bellissimo>>.

L’inaugurazione di Ostia è sempre più simbolo di rinascita per luoghi come il porto, un bene confiscato alla criminalità e riportato a nuova vita grazie all’amministratore giudiziario Donato Pezzuto e al Presidente della III sezione Penale del Tribunale di Roma dr. Guglielmo Muntoni. Da sempre Piccolo America s’impegna affinché questi luoghi possano essere vissuti in occasione di servizi culturali e sociali, che con la partecipazione e l’incontro rendono più sicuri territori come Trastevere, Ostia e Tor Sapienza. Un’attività che coinvolge un pubblico sempre più trasversale, attratto da un gruppo di giovani determinati che da tempo “colorano” i monumenti, le piazze e le periferie della città con i più grandi capolavori della settima arte.

<<Questa sera inizia la terza edizione delle proiezioni al Porto Turistico di Roma, l’evento è reso possibile grazie alla collaborazione con l’amministrazione giudiziaria e l’Osservatorio per la Legalità e la Sicurezza della Regione Lazio, presieduto da Giampiero Cioffredi, nonché grazie al sostegno del main sponsor BNL Gruppo BNP Paribas, che ringraziamo di cuore – afferma Valerio Carocci – Ostia è un territorio complesso, come anche Tor Sapienza. Siamo tornati in questi quartieri dove siamo cresciuti e nati cercando di migliorare e declinare nelle dovute modalità l’esperienza avviata sei anni fa a San Cosimato. Ringraziamo il cinema italiano e internazionale per averci sostenuto in una scommessa, nonché il pubblico, per essere sempre così numeroso: anche questa notte, il porto è diventato una piazza illuminata dalla cultura e, quindi, più sicuro. Siamo orgogliosi di aver collaborato con l’amministrazione giudiziaria di questo spazio, il rilancio economico e sociale di questa struttura sequestrata alla criminalità è uno dei motivi per cui siamo qui>>, conclude il presidente dell’ass.ne Piccolo America.

Prosegue così “Il Cinema in Piazza”, iniziativa organizzata dal Piccolo America con il sostegno di Mibact, Miur e Regione Lazio e di BNL gruppo BNP Paribas, main sponsor storico dell’evento, reso possibile anche grazie al contributo di Poste Italiane, AceaCamera di Commercio di Roma, ha riaperto per prima le porte d’Italia ad ospiti internazionali e a decine di registi, attori e maestranze del cinema italiano. Prossimi appuntamenti sul sito www.ilcinemainpiazza.it .

About admin

Check Also

Corriere Ostia Litorale Romano, due arresti tra Fiumicino e Acilia

Due arresti si sono svolto nelle ultime ore nella zona del Litorale Romano, dove le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *