Home / News / Al via la costruzione della chiesa di Sant’Agostino ad Ostia Antica – Stagni: sabato e domenica mostra di Presepi per la raccolta fondi
ostia antica - Via Giuseppe Micali 2

Al via la costruzione della chiesa di Sant’Agostino ad Ostia Antica – Stagni: sabato e domenica mostra di Presepi per la raccolta fondi

Roma, 10 dicembre 2015 – AL VIA LA COSTRUZIONE DELLA CHIESA DI SANT’AGOSTINO, firmato il Progetto: in legno laminato, Semplicità e Creato come vuole il Papa

Firmato il Progetto dal Vescovo LoJudice e dal Parroco Tanzillo: sarà terminata per Settembre. Intanto don Salvatore, in qualità di Prefetto, dà il mandato agli Operatori Caritas. Sabato e Domenica mostra di Presepi, in collaborazione con un’artigiana ‘missionaria’ (Sogni e Terra), per la raccolta fondi per la nuova Parrocchia.

progetto chiesta sant'agostino

Ecco quello che potrebbe rappresentare uno dei primi Frutti del nuovo e straordinario Anno Giubilare della Misericordia per il Territorio Ostiense. È stato firmato, in queste settimane, il documento che dà il via alla costruzione della CHIESA DI SANT’AGOSTINO Vescovo.

Monsignor PAOLO LoJudice e il Parroco don SALVATORE Tanzillo hanno apposto le loro firme per la realizzazione della ‘casa di preghiera’ che sorgerà nella zona Stagni, Ostia Antica, nella Prefettura XXVI della Diocesi Romana, X Municipio di Roma Capitale. La costruzione sarà perfettamente integrata all’ambiente circostante vero e proprio polmone verde del Territorio Ostiense. Costruita in legno laminato sarà un edificio, secondo il messaggio di PAPA FRANCESCO, caratterizzato da ‘Semplicità e Umiltà’, dal rispetto, anzi dall’esaltazione di ‘Natura e Creato’.

I lavori inizieranno nell’immediato in modo da potersi terminare in Settembre appunto all’interno dello straordinario Anno Giubilare della Misericordia.

Intanto don SALVATORE, secondo le attività di nuovo PREFETTO della Diocesi XXVI di Roma, in queste settimane ha dato il mandato agli Operatori della Caritas Diocesana affinché si intraprenda un’opera coordinata sul Territorio al Servizio degli ultimi alla luce degli ultimi messaggi di Papa Francesco e delle indicazioni a proposito di Cardinale AGOSTINO Vallini vicario del Papa per Roma.

SABATO alle 18 e DOMENICA alle 10 sarà poi esposta una MOSTRA DI PRESEPI in collaborazione con la Signora ANTONIA una missionaria ‘artigiana’ e con l’associazione senza fini di lucro ‘Sabbia e Terra’. Questa iniziativa culturale dà il via ad eventi finalizzati alla raccolta fondi per la nuova Chiesa.

Le varie realtà Cristiane dei Territorio, a iniziare dalle Chiese e Parrocchie, debbono riunirsi in una vera collaborazione, in un Coordinamento – ci dichiara don Salvatoreche non deve badare alla gestione del Territorio ma ad una vera Comunione Spirituale che da Frutti.” Si rafforza l’opera di rete tra le Parrocchie Ostiensi per giungere alla gente e insieme senza che vi sia spirito di separazione. L’opera dei Prefetti sarà certamente più attenta a questo aspetto non soltanto in Ostia che, essendo di fatto una Città, richiede certamente in questo maggiori energie. Questo per rispondere nella pratica al desiderio di Papa Francesco che vuole una Chiesa Istituzione quanto più vicina alle case delle persone e non guidata da ‘aristocrazie’.

Da qualche tempo è in atto una Formazione dei Catechisti di Prefettura XXVI e anche per la Formazione dei Volontari / Operatori Caritas si può contare sulla grande esperienza e conoscenza di don FRANCO De Donno che ha stilato un vero e proprio programma formativo.

Il Signore ci ha dato grandi risorse spirituali e umane – conclude don Salvatore – occorre affiancare alla Prossimità l’Ecclesialità, tutti insieme.”

Le parole don Salvatore sembrano essere veramente un faro che illumina lontano. Del resto giungono da una Comunità, la Parrocchia di Sant’Agostino Vescovo, che vede compiersi un percorso intrapreso da molto tempo e vede lontano. All’inizio un semplice gruppetto di Cristiani si riuniva in preghiera nel ‘terreno delle Beatitudini’ guidato dall’attuale Parroco di Stella Maris monsignor PLINIO Poncina in quegli anni alla guida della Parrocchia San Tommaso all’Infernetto. Talmente la piccola Comunità cresceva e si fortificava nella Fede che venne eretta una Cappelletta e, successivamente, con la nomina di un Parroco, don Salvatore primo sacerdote nato ad Ostia – e per decenni al Servizio della Chiesa di Santa Monica notevole punto di riferimento come Prefettura Diocesana dal grande Monsignor Giovanni FALBO – venne eretta una tendostruttura che tuttora è in piedi.

Ma una Comunità nata dalla preghiera spontanea e per questo cresciuta nel calore della semplicità e nella straordinaria continuità di più Chiese Ostiensi oggi vede, sotto il Pontificato di Francesco Papa, compiersi il suo naturale percorso: l’edificazione della Chiesa.

Il momento si fa ancora più importante se si considera il periodo storico culturale del Territorio Ostiense; decapitato dai suoi poteri politici e in un periodo di grande confusione ha particolare senso affidarci all’intercessione del suo Santo Patrono Sant’AGOSTINO. Unico quartiere d’Italia con un Patrono, Ostia può risorgere con questo speciale aiuto.

Grande soddisfazione è stata espressa da RINALDO RAGANATO, Presidente Onorario dell’Ospedale Sant’Agostino di Ostia e promotore della Cappelletta in onore del Santo presso l’Ospedale G.B. Grassi nonché dell’intitolazione della Città stessa. In questi anni si è rischiato di perdere un importante lume della Cultura Cristiana, un tratto secolare della nostra profonda identità e storia locale che ci dà lustro non solo qui ma a Roma in Italia e nel Mondo. L’abolizione del nome di Sant’Agostino dal primo Ospedale di Ostia (convertito nell’impersonale e astorica definizione di Casa della Salute di Marino e Zingaretti) ha inflitto un duro colpo alla coscienza dei Cittadini consapevoli del lungo percorso di questo Territorio. Ma la nuova Chiesa viene anche a ristabilire questo Nord Culturale e Storico.

REDAZIONE DIARIO DI BORDO, LA CIURMA Associazione

Cerca anche

striscione CasaPound basta degrado

Ostia, CasaPound allestisce accampamento sotto al municipio: stasera manifestazione contro il degrado a Lido Centro

Roma, 30 giugno – Coperte, cartoni, sedie, un ombrellone ed uno striscione che recita «basta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *